Palestrina, il Cap. Arcangelo Maiello lascia il comando e saluta tutti con una cena

Le istituzioni si stringono per il saluto al Capitano  dei Carabinieri Arcangelo Maiello, Comandante la Compagnia di Palestrina, che da lunedì sarà trasferito a Taormina. Al suo posta arriva dal NORM di  Milano la giovanissima Cap. Grazia Centrone...

cap-maiello-proc-menditto-e-ten-mosca

Le istituzioni si stringono per il saluto al Capitano dei Carabinieri Arcangelo Maiello, Comandante la Compagnia di Palestrina, che da lunedì sarà trasferito a Taormina. Al suo posta arriva dal NORM di Milano la giovanissima Cap. Grazia Centrone.

E’ stata una serata a tratti molto commovente perché restare 4 anni a Palestrina (era arrivato nel settembre 2012 ed il primo anno da tenente fu comandante del NORM) per il Capitano Maiello è stata un'esperienza indimenticabile che l'ha segnato profondamente.

Ad omaggiare il Capitano con la loro presenza presso il ristorante la residenza di Agamennone a Cave, il Procuratore Capo della Repubblica di Tivoli, dott. Francesco Menditto che, anche se è arrivato solamente nel maggio scorso, ne ha potuto apprezzare la professionalità e l'umanità, i consiglieri Regionali Rodolfo Lena e Piero Petrassi. Quasi tutti i sindaci della sua Compagnia e tra i presenti abbiamo notato quelli di Palestrina, San Cesareo, Cave, Genazzano, Gallicano, Olevano Romano, Pisoniano, Castel San Pietro, Artena, San Vito, i colleghi Cap. Camillo Meo di Anagni e il Cap. Meleleo di Colleferro e, ovviamente, la nuova arrivata Cap. Grazia Centrone, oltre che a tutti e 13 i comandanti delle stazioni della compagnia prenestina ma soprattutto gli uomini che lo hanno affiancato durante i quattro anni.

Nel discorso finale di commiato l’ufficiale dei carabinieri ha ringraziato il Procuratore non solo per la presenza alla serata ma per la breve ma intensa collaborazione, come ha ringraziato i sostituti procuratori di Tivoli: Dr Andrea Calice, Filippo Guerra, Lelia Di Domenico, Gabriele Iuzzolino, Stefania Stefania, Giuseppe Mimmo e Luigi Pacifici che hanno collaborato attivamente con la compagnia di Palestrina.

“Non conosco le parole giuste per salutarli tutti. Quando non sarò più comandante proverò a seguire a distanza, magari sui quotidiani, il vostro lavoro facendo sempre tifo per voi. Un particolare ringraziamento al Prof. Giovanni Arcudi, già Rettore dell’istituto di medicina Legale, che ho avuto come insegnante prima e come "collega" poi ed è stato sempre disponibile con noi. Poi un particolare ringrazimento a tutti i carabinieri delle 13 stazioni di ogni ordine e grado: “io ero spaventato e non mi sentivo pronto a reggere il peso di tutte le responsabilità che mi aspettavano. Ma pian piano mi accorgevo di non essere da solo, mi voltavo indietro e vi trovavo, mi giravo di fianco e vi trovavo eravate sempre accanto a ne. Vi ringrazio per aver lavorato di giorno e di notte. Sarà diffiile che dimentico questa esperienza”.

A salutare il Capitano è arrivato anche il vescovo di Palestrina Mons. Domenico Sigalini, il Cappellano Militare Don Donato Palmiteri e Maurizio Bernassola. Il capitano ha poi ringraziato anche gli Avvocati del foro di Tivoli: Simone Ariano (presiodente dell’Ordine), Pizzuti, Briganti, Pasquazzi, Colatei. I medici anch’essi presenti: Ugo Gremigni, Candido Ilardi, Del Moro, Marcello Accordino, Cristini, Bertoldo ed Enrico Fornasin. Infine, ha ringraziato i giornalisti che lo hanno seguito sin dal primo giorno: Sciurba, Sbardella, Casale, Venditti e i Flavi Giancarlo e Daniele. Il Presidente della BCC di Palestrina dott. Marcello Cola che gli ha donato una medaglia d’argento editata dalla Zecca dello Stato. Le associazioni dei Carabinieri in Congedo di San Cesareo, Zagarolo, Palestrina, Cave, Genazzano, Olevano Romano. Per tutti ha risposto il procuratore Capo Menditto: “lei ha dimostrato di essere uomo vero. A Taormina ci saremo anche noi quando inviterà al famoso teatro la Fanfara dei Carabinieri ed abbiamo apprezzato anche il Suo richiamo ai genitori”

I Carabinieri della Compagnia Prenestina gli hanno regalato, con la voce del ten. Antonio Mosca, un video con le immagini più belle delle operazione effettuate, con il sottofondo musicale di Bocelli. Più volte i carabinieri presi dall'eufuria lo hanno sollevato in aria cantando: “C’è solo un capitano! C’è solo un capitano”! Per finire con gli spettacolari fuochi artificiali. Il tutto era iniziato con la Banda della Città di Cave, per una serata semplice ma non facile da dimenticare

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento