Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Roma

Regione Lazio, Abbruzzese (FI): "troppa approssimazione in procedura nomine dg asl"

"E' palesemente evidente come la procedura sulle nomine dei direttori generali ASL sia stata elaborata con un allarmante approssimazione.  L'art. 5 comma 1 del dgls 39/2013, infatti,

"E' palesemente evidente come la procedura sulle nomine dei direttori generali ASL sia stata elaborata con un allarmante approssimazione. L'art. 5 comma 1 del dgls 39/2013, infatti, impedisce l'attribuzione di incarico di Direttore generale a coloro che nei due anni precedenti abbiano svolto incarichi e ricoperto cariche in enti di diritto privato regolati o finanziati dalla servizio sanitario regionale. E questo è il caso della dott.ssa Mastrobuono, che, a dispetto della norma, appunto, ha diretto una società di diritto privato sovvenzionata dalla Regione Lazio .

Pertanto è da segnalare, ed a prescindere dalle modalità di selezione, su cui si potrebbe anche discutere in eterno, che Zingaretti abbia tralasciato anche un altro aspetto importante su questa nomina, ovvero, la verifica sulla fattibilità della designazione".

Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, vice presidente della commissione Sviluppo Economico Lavoro e PMI.

"Mi preme altresì sottolineare che con il centro destra al governo regionale le professionalità della provincia di Frosinone sono state sempre prese in considerazione e valorizzate per la proprie competenze. A riguardo voglio ricordare, infatti, che la Ciociaria nella precedente legislatura ha espresso due direttori generali, il Dott. Renato Sponsilli alla guida della ASL di Latina e il Dott. Carlo Mirabella a Frosinone, un direttore sanitario poi diventato anch'esso dg, il Dott. Mauro Vicano e il direttore dell'Ares 118, il Dott. Antonio De Santis.

Questo a dimostrazione della scarsa attenzione riservata nei fatti dalla politica del centro sinistra alle eccellenze professionali in campo sanitario del nostro territorio. Un territorio letteralmente mortificato dall'azione di Zingaretti che in campagna elettorale aveva, invece, promesso una grande rivoluzione per la sanità regionale.

Paradossalmente la Provincia di Frosinone, ad un anno dall'insediamento della giunta zingaretti, è stata depauperata di un ulteriore fiore all'occhiello del suo sistema sanitario, il Centro Trasfusionale dell'Ospedale Spaziani di Frosinone su cui ho presentato un'interrogazione al governatore del Lazio, artefice, in qualità di commissario ad act, con decreto U00480/13 del 6 dicembre 2013, del possibile trasferimento del servizio a Tor Vergata". Ha concluso Abbruzzese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Lazio, Abbruzzese (FI): "troppa approssimazione in procedura nomine dg asl"

FrosinoneToday è in caricamento