Regione, manifesti Zingaretti, come se a New York boicottassero le pizzerie italiane

A Roma manifesti razzisti chiedono di boicottare regolari negozi gestiti da stranieri. La diversità è il bene di ogni collettività dinamica e che guarda al futuro con speranza. Fermiamo questa barbarie o il nostro domani sarà chiuso, povero e...

A Roma manifesti razzisti chiedono di boicottare regolari negozi gestiti da stranieri. La diversità è il bene di ogni collettività dinamica e che guarda al futuro con speranza. Fermiamo questa barbarie o il nostro domani sarà chiuso, povero e senza speranze

Grandi orrori della storia sono iniziati così. All'inizio colpendo le minoranze, per finire con l'opprimere tutti. Oltre che un orrore, è una cosa ridicola: è come se a New York boicottassero le pizzerie italiane”. Lo comunica in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

SCRITTE RAZZISTE, BONAFONI (MDP): “SEGNALE PREOCCUPANTE”

“Preoccupanti le scritte fasciste apparse su alcuni negozi di Roma che incitano a boicottare gli esercizi commerciali gestiti da stranieri.

Siamo nella periferia Est della Capitale, a Tor Bella Monaca e a Torre Angela, e quel marchio razzista, a firma dell'ultradestra, è stato impresso sulle saracinesche di numerosi esserci commerciali gestiti da cittadini provenienti dalla Cina, dalla Romania, dal Bangladesh o dall'Africa. Gente che abita e lavora in quel municipio da anni, lo stesso municipio dove, nelle ultime elezioni amministrative, la sindaca Raggi ha raggiunto l'80% dei consensi.

Un segnale che desta allarme e preoccupazione e che fa il paio con quel Governo senz'anima e senza accoglienza della sindaca Raggi e dei Cinque Stelle, che sta spalancando le porte ai peggiori impulsi di quest'epoca. Affermare di essere né di destra né di sinistra non può che produrre questi risultati”. E' quanto afferma la consigliera regionale di Art- 1 – Movimento democratico e progressista, Marta Bonafoni.

REGIONE: FREGENE, AL VIA INTERVENTO CONTRO EROSIONE COSTA

E’ partito l’intervento di difesa della costa a Fregene Sud, per un finanziamento complessivo di oltre 600mila euro da parte della Regione Lazio.

Tre le fasi previste: 1) ripascimento della linea di costa; 2) rifacimento della foce armata del Canale delle Acque Alte; 3) installazione del geo-tubo.

In base a questa tabella di marcia, giovedì scorso (13 aprile) sono stati consegnati i lavori di ripascimento della linea di costa di Fregene Sud, tra il canale delle Acque Alte e lo stabilimento “La Nave”. I lavori saranno eseguiti dalla Sales S.p.A., che effettuerà un ripascimento di 750 metri lungo la linea di costa dopo l’espletamento delle dovute procedure amministrative di comunicazione ed autorizzazione. Appena dopo la Pasqua, il cantiere inizierà l’attività a pieno regime. Venerdì 15 aprile, invece, è stato prescelto il progettista che redigerà il progetto di rifacimento della sponda fociale e del braccio armato del Canale delle Acque Alte. I relativi lavori, da poco affidati, potranno iniziare a tra maggio e giugno per concludersi entro i primi di luglio, non interferendo tra l’altro con l’attività di balneazione.

Nella data del 13 aprile, inoltre, si è provveduto a sollecitare l’invio del progetto di protezione della suddetta linea di costa, protezione che si effettuerà tramite un geo-tubo. A questo proposito, si ricorda che il progetto esecutivo di questo intervento emergenziale abbisogna di alcune integrazioni da parte del progettista, richieste in sede di Valutazione di impatto ambientale (Via). A procedura conclusa, la Regione potrà subito appaltare l’istallazione di questa infrastruttura di difesa che sarà in grado di proteggere il tratto di costa nel breve e medio periodo.

L'avvio di queste tre fasi di intervento è un risultato importante, ancor più efficace se si pensa al buon livello di interlocuzione che si è sviluppato tra diversi attori: dall'ambito amministrativo a quello progettuale, dagli operatori del settore alla rappresentanza politico-istituzionale, al di là di qualsivoglia appartenenza.

Infine, in collaborazione con il Comune di Fiumicino e con le Associazioni dei balneari, la Regione Lazio comunica che intende programmare e finanziare un progetto integrato sull’intorno di Focene e di Fregene, ovvero un insieme di azioni concertate atte a stabilizzare il trend erosivo su un’estensione maggiore, con risultati attesi che si proiettino a questo punto sul lungo periodo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nota della Regione Lazio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento