Martedì, 19 Ottobre 2021
Roma

Ripi, denunciati 5 albanesi irrompono in un club privato mandando in ospedale la titolare e il figlio. Denunciati

Nella giornata di ieri, in Ripi, il personale della locale Stazione dei Carabinieri, a conclusione di celere ma intensa attività d’indagine, deferivano in stato di libertà 5 cittadini albanesi,

Nella giornata di ieri, in Ripi, il personale della locale Stazione dei Carabinieri, a conclusione di celere ma intensa attività d'indagine, deferivano in stato di libertà 5 cittadini albanesi, quatto residenti in quel centro ed uno a Frosinone, tutti operai, per rapina, danneggiamento aggravato e lesioni personali.

I predetti, nella tarda serata del 31 ottobre u.s., al culmine di un diverbio scaturito dopo aver ricevuto il diniego all'entrata in un Club privato di Ripi, in quanto non soci, prima danneggiavano la porta d'ingresso, frantumando i vetri, poi aggredivano la titolare ed il figlio.

Nella circostanza s'impossessavano anche del cellulare della donna, caduto durante la colluttazione, dandosi poi alla fuga.

I militari operanti, immediatamente giunti sul posto, individuavano i responsabili e nel corso della loro perquisizione rinvenivano il telefonino, restituito alla legittima proprietaria.

Gli aggrediti, recatisi presso il pronto soccorso del nosocomio del capoluogo, venivano curati e riscontrati affetti: la donna da "trauma cranico" mentre il figlio da "trauma cranico con ferita lacero contusa e contusione ginocchio dx e arti superiori con escoriazione multiple".

AQUINO, ARRESTATO UN CITTADINO PER MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA

Nella decorsa nottata, in Aquino, i militari della locale Stazione arrestavano un 45enne del posto, cittadino rumeno, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. I militari operanti, intervenivano presso l'abitazione del prevenuto, su richiesta della convivente, anch'essa originaria della Romania, a seguito di una violenta lite scaturita per futili motivi.

La donna, dopo aver denunciato continui maltrattamenti ad opera del convivente, perpetrati anche con percosse e lesioni, veniva accompagnata presso il Pronto Soccorso dell'Ospedale di Pontecorvo, ove veniva giudicata guaribile in giorni 10 s.c.. L'arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Cassino.

PONTECORVO, DEFERITI DUE MAROCCHINI RESIDENTI A SAN GIOVANNI INCARICO

Nella mattinata odierna, in Pontecorvo, i militari dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia, nel corso di un servizio di controllo del territorio, deferivano in stato di libertà due marocchini, residenti a San Giovanni Incarico, per raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi senza autorizzazione.

I predetti venivano sorpresi a bordo di un autocarro mentre eseguivano la raccolta di materiale ferroso senza la prescritta autorizzazione. Sia il veicolo che il materiale trasportato veniva sottoposto a sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripi, denunciati 5 albanesi irrompono in un club privato mandando in ospedale la titolare e il figlio. Denunciati

FrosinoneToday è in caricamento