menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, a Tor bella Monaca arrestata coppia di stranieri all’interno di un supermarket con una pistola nascosta nella borsa della donna

A seguito di un’ attività investigativa finalizzata alla prevenzione e repressione di rapine ad esercizi commerciali, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Frascati hanno arrestato un 28enne ed una 26enne, entrambi cittadini romeni e...

A seguito di un' attività investigativa finalizzata alla prevenzione e repressione di rapine ad esercizi commerciali, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Frascati hanno arrestato un 28enne ed una 26enne, entrambi cittadini romeni e già noti alle forze dell'ordine per porto abusivo di arma comune da sparo e munizionamento.

I militari hanno effettuato un mirato servizio di osservazione e pedinamento, travestendosi con abiti sportivi e fingendosi comuni cittadini intenti a fare attività fisica.

L'attività ha permesso di notare i due giovani mentre si aggiravano con fare sospetto in prossimità di alcuni esercizi pubblici e che nascondeva una pistola all'interno della borsa della donna.

Non appena la coppia è entrata in un supermaket della zona i Carabinieri li hanno fermati per un controllo.

A seguito della perquisizione personale i militari hanno rinvenuto all'interno della borsa una pistola semiautomatica Walther P99, calibro 9 mm, completa di caricatore e munizioni. I successivi accertamenti sulla pistola hanno permesso di stabilire che la stessa è stata denunciata rubata lo scorso Marzo in provincia di Perugia. L'arma verrà inviata al laboratorio di balistica del R.I.S. di Roma, dove sarà analizzata per verificare eventuali collegamenti con episodi delittuosi avvenuti nella Capitale negli ultimi tempi.

L'uomo e la donna sono stati arrestati dai Carabinieri e accompagnati in caserma, in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

ROMA - CONTROLLI STRAORDINARI DEI CARABINIERI NEI QUARTIERI DI TORPIGNATTARA, TOR TRE TESTE, QUADRARO, CINECITTA', CENTOCELLE E APPIO. IN MANETTE 3 PERSONE, ALTRE 3 DENUNCIATE.

Come già avvenuto nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia Roma Casilina coadiuvati dai Carabinieri dell'8° Reggimento Lazio hanno effettuato, nella giornata di ieri, un altro servizio coordinato di controllo, disposto dal Comando Provinciale di Roma, nei quartieri di Tor Pignattara, Tor Tre Teste, Quadraro, Cinecittà, Centocelle e Appio.

Nel corso del servizio i militari hanno arrestato 3 persone, di cui un italiano e 2 stranieri, e ne hanno denunciate altre 3, sono stati controllati 35 veicoli e identificate 62 persone.

A finire in manette sono stati un nomade, italiano, di 42 anni, domiciliato presso il campo nomadi di via dei Gordiani, nullafacente e già noto alle forze dell'ordine, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, che è stato fermato dai militari furi dalla propria abitazione, senza avewre nessuna autorizzazione scritta da parte dell'Autorità Giudiziaria. Ad un cittadino brasiliano di 35 anni, nullafacente e già noto alle forze dell'ordine, i militari hanno notificato, presso la propria abitazione, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. L'uomo è stato accompagnato in caserma e successivamente condotto presso il carcere di Rebibbia dove dovrà scontare una pena di 5 mesi per rapina e lesioni personali. Stessa sorte è toccata ad un cittadino croato, residente a Roma, di 41 anni, nullafacente e già con diversi precedenti, a cui i militari hanno notificato un ordine di carcerazione, emesso dal Tribunale di Roma. Lo straniero è stato portato presso il carcere di Rebibbia dove dovrà scontare 2 anni e 6 mesi di reclusione per furto aggravato, ricettazione e minacce.

Le denunce sono scattate nei confronti di un cittadino del Bangladesh, di 30 anni, trovato a seguito di un controllo, con addosso, alcuni grammi di hashish, e di due romani di 24 e 38 anni, entrambi nullafacenti e già noti alle forze dell'ordine, sorpresi alla guida delle rispettive autovetture senza la patente di guida perché mai conseguita. Per i due romani è scattato anche il fermo amministrativo dei mezzi.

CENTRO - CARABINIERI ARRESTANO SEI LADRI CHE ACCERCHIANO UNA DONNA PER DERUBARLA

ROMA -Nel corso dei servizi di controllo a bordo dei mezzi pubblici e nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato 5 cittadini cileni ed uno italiano, di età compresa tra i 21 e i 48 anni, tutti già conosciuti alle forze, che a bordo dell'autobus di linea "64" hanno accerchiato e spintonato una turista di 37 anni e approfittando anche della calca all'interno del bus le hanno rubato il cellulare che custodiva in tasca.

Subito dopo, i Carabinieri li hanno bloccati e da una successiva perquisizione hanno rinvenuto la somma contante di 3000 euro, 100 dollari americani, 25 sterline e 11.000 pesos, ritenuti probabilmente il provento di altri furti.

I 6 arrestati sono stati portati in caserma a disposizione dell'Autorità Giudiziaria dove rimangono in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo e la refurtiva è stata riconsegnata alla proprietaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento