menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma, lotta allo spaccio di ecstasy 2 arresti e una denuncia

 Nel corso di mirati servizi di controllo mirati a contrastare lo spaccio di droghe, in particolare quelle di origine sintetica che, come recenti fatti di cronaca hanno dimostrato, sono maggiormente dannose per la salute, nei pressi dei locali...

Nel corso di mirati servizi di controllo mirati a contrastare lo spaccio di droghe, in particolare quelle di origine sintetica che, come recenti fatti di cronaca hanno dimostrato, sono maggiormente dannose per la salute, nei pressi dei locali della movida di Testaccio a Roma, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due giovani di 20 e 23 anni e un terzo ventenne lo hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I tre sono stati fermati e controllati nei pressi dei locali di via del Commercio, in zona Testaccio, e trovati in possesso di varie dosi di sostanza stupefacente tra cui pasticche di ecstasy, mdma, anfetamine, cocaina e marijuana.

I due arrestati sono stati accompagnati in caserma e trattenuti, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

TOR VERGATA - AGEVOLAVA LO SPACCIO ALL'INTERNO DEL SUO MINIMARKET. I CARABINIERI GLI NOTIFICANO PROVVEDIMENTO DI SOSPENSIONE DELLA LICENZA PER 30 GIORNI.

I Carabinieri della Stazione di Roma Tor Vergata hanno notificato un provvedimento di sospensione della licenza amministrativa di pubblico esercizio, con contestuale chiusura dell'attività per 30 giorni, al titolare di un piccolo bazar, ubicato sulla via Casilina, utilizzato come nascondiglio per custodire le dosi di stupefacente destinate allo spaccio su strada.

All'interno del negozio, gestito da un cittadino del Bangladesh di 40 anni, incensurato, la scorsa settimana, i militari hanno arrestato, in flagranza, due pregiudicati, sempre stranieri, mentre spacciavano sostanze stupefacenti a giovani avventori del locale.

Il negozio era già sotto controllo da parte dei Carabinieri che, nell'ultimo periodo, avevano notato un'anomala frequenza di pregiudicati del luogo.

Da qui sono stati predisposti mirati servizi di osservazione che hanno permesso di fare luce su quanto accertato.

Sempre sulla via Casilina, la scorsa settimana, gli stessi militari hanno arrestato un altro cittadino straniero, sempre del Bangladesh, colto mentre cedeva dosi di cocaina ad un giovane tossicodipendente, recuperando poi altre dosi che il pusher custodiva indosso e presso la sua abitazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento