Martedì, 26 Ottobre 2021
Roma

Roma, sulla Casilina agivano due vampiri di carburante arrestati dai carabinieri.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino romano di 28 anni ed uno marocchino di 33 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di furto aggravato in concorso. I due, ieri sera, in via Casilina, con...

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino romano di 28 anni ed uno marocchino di 33 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine, con l'accusa di furto aggravato in concorso. I due, ieri sera, in via Casilina, con un tubo di gomma ed una tanica hanno prosciugato il serbatoio di un'auto in sosta.

Un passante li ha notati ed ha immediatamente allertato il 112, così i militari dell'Arma intervenuti sul posto hanno sorpreso i due vampiri di carburante sul fatto. Rinvenuti e sequestrati dai Carabinieri gli arnesi utilizzati dai due e la tanica contenete 15 litri di benzina appena rubati. Arrestati dai Carabinieri, i due sono stati accompagnati in caserma, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, in attesa di essere processati con il rito per direttissima. A seguito della perquisizione, il 33enne cittadino marocchino è stato anche denunciato poiché trovato in possesso di un coltello a serramanico che è stato sequestrato.

ROMA - ACQUISTAVANO REGALI DI NATALE CON BANCONOTE FALSE.

Una donna di 29 anni e due uomini di 31 e 41 anni, tutti romani, sono stati arrestati dopo essere stati notati da un Carabiniere, libero dal servizio, del Reparto Presidenza della Repubblica, mentre acquistavano regali di Natale con banconote false in diversi negozi nella zona di via della Lega Lombarda.

Il Carabiniere, in borghese, accortosi che in un negozio dove si trovava a diporto era stato negato l'acquisto al trio perché avevano presentato banconote false, ha deciso di seguirli.

Dopo altri tentativi da parte dei malfattori, il militare ha chiesto l'intervento dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli con i quali è riuscito a bloccarli ed arrestarli. A seguito della perquisizione personale i militari hanno rinvenuto nella loro disponibilità ben 8 banconote del taglio da 50 euro, palesemente contraffatte, 375 euro in banconote vere (resto ricevuto dai commercianti) e diversi beni già acquistati fraudolentemente. I tre sono stati così ammanettati e portati in caserma dove sono trattenuti a disposizione dell'Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo mentre.

ANZIO/LAVINIO - RUBA IL FERRO DAL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DI LAVINIO. I CARABINIERI ARRESTANO UN ITALIANO E RECUPERANO OLTRE200 KGDI MATERIALE FERROSO

I Carabinieri della Stazione di Lavinio Lido di Enea hanno arrestato un 31enne del luogo, già con qualche precedente, per furto all'interno del Centro di Raccolta Differenziata "Usa e Jetta 2" di Via Goldoni, dove di recente avevano già segnalato degli ammanchi.

Il malvivente, lo scorso pomeriggio, dopo aver forzato la recinzione esterna, si è introdotto all'interno dell'area in questione ed ha asportato circa 240 Kg di ferro accantonato, caricando il tutto sulla propria autovettura, una Fiat Palio.

I militari della Stazione di Lavinio, impegnati in uno dei consueti servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, nel transitare nei pressi del centro hanno avvistato l'autovettura, con all'interno il materiale ferroso, proprio all'altezza del punto ove la recinzione era stata forzata; poco distante hanno poi intercettato l'uomo che è stato prontamente bloccato e tratto in arresto. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al custode del Centro di Raccolta, mentre l'autovettura, al cui interno vi erano anche attrezzi vari utilizzati per forzare la recinzione, è stata sottoposta a sequestro. Al termine degli accertamenti l'uomo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Anzio in attesa di essere giudicato con rito direttissimo presso il Tribunale di Velletri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, sulla Casilina agivano due vampiri di carburante arrestati dai carabinieri.

FrosinoneToday è in caricamento