Valmontone, a Sant'Anna torna l'incubo dei furti nelle case

E’ allarme furti nella zona residenziale di “Sant’Anna”, a Valmontone: nei giorni centrali della settimana terminata ieri, domenica 11 settembre 2016, infatti, si sarebbero verificati ben cinque tentativi di incursione in altrettante abitazioni...

E’ allarme furti nella zona residenziale di “Sant’Anna”, a Valmontone: nei giorni centrali della settimana terminata ieri, domenica 11 settembre 2016, infatti, si sarebbero verificati ben cinque tentativi di incursione in altrettante abitazioni site in una delle realtà ad alta densità residenziale nella Città di Valmontone.

Fonti attendibili raccontano che dei perdigiorno avrebbe turbato il riposo notturno di una famiglia composta da tre persone (coniugi di età media, 45 e i 50 anni, e del figlio adolescente) nella notte tra lunedì e martedì scorsi, 5 e 6 settembre 2016, in un orario compreso tra le 2 e le 3:30. I signori, svegliatisi di soprassalto per gli insistenti rumori provenienti dal balcone sporgente sulla via Casilina, avrebbero realizzato nell’immediato, seppur assonnati, che dei soggetti stavano per ridurre in frantumi la serranda e il vetro della porta d’ingresso che separano la pensilina e la zona giorno; con l’obiettivo di introdursi nell’appartamento. Le grida dei malcapitati – raccontano alcuni residenti – avrebbero spaventato i delinquenti che, in tutta fretta, sarebbero fuggiti in un battibaleno. Una circostanza analoga sarebbe stata ragione di tremenda paura per un altro nucleo famigliare di Sant’Anna, sempre nelle ore notturne, stavolta tra giovedì e venerdì, 8 e 9 settembre 2016. Anche in questo caso “bottino assente” per chi si sarebbe reso protagonista del tentativo di scasso, incursione e di furto, non avendo potuto esprimersi nella disonorevole attività a causa di un cancello piuttosto alto e per la presenza di inferiate di protezione molto ben piantate che soltanto un’azione di taglio netto (rumorosa e richiedente alcuni minuti) le avrebbe rimosse di netto. I fatti avrebbero avuto luogo nei pressi di appartamenti con l’ingresso principale sulla strada e il modus operandi utilizzato dagli scassinatori sembrerebbe lo stesso, ragion per cui è possibile ipotizzare che ad operarsi negli intenti furtivi sarebbero sempre le stesse persone, organizzate in “banda”, con un “palo” al volante di una macchina a motore acceso, pronto ad affondare il piede sull’acceleratore nel momento della fuga. Erano diversi anni che non si registravano vicende tanto fastidiose a Sant’Anna. Speriamo che torni la calma e con essa la serenità nel sonno dei cittadini onesti.

Fil. Cap.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento