Valmontone, auto “sfregiate” al parcheggio dell’outlet. La direzione rassicura: «Siamo a conoscenza del problema»

Era da un po’ di tempo che non ci giungevano più segnalazioni su problemi di vari tipo nel parcheggio dell’Outlet di Valmontone ma nei giorni scorsi, invece ci è arrivata

ValmontoneOutlet_parcheggiopieno

Era da un po’ di tempo che non ci giungevano più segnalazioni su problemi di vari tipo nel parcheggio dell’Outlet di Valmontone ma nei giorni scorsi, invece ci è arrivata

una mail, che pubblichiamo integralmente di seguito, di una ragazza che fa la commessa nell’importante centro commerciale che ci racconta di auto “sfregiate” con chiodi e dannegghiate in più parti. Abbiamo voluto sentire anche la direzione dell’Outlet che ci ha confermato di essere al corrente di quanto accade e che stanno prendendo dei provvedimenti per rendere più sicure le aree di sosta in comune.

“Buonasera direttore, le scrivo in merito agli ultimi episodi accaduti all'outlet di Valmontone. Sono una dipendente – si legge nel messaggio giuntoci in redazione - del medesimo centro, nei giorni scorsi verso le 21.05 mi sono recata verso il parcheggio dove era posteggiata la mia auto (lasciata lì verso le 13.30 per recarmi sul posto di lavoro) avvicinandomi mi sono accorta che qualcuno nel corso della giornata si era divertito ad incidere con un chiodo o un cacciavite righe di ogni verso sul cofano,sulle portiere e dietro il portabagagli,mi sono quindi recata al comando dei carabinieri di Valmontone per sporgere denuncia contro ignoti. Nel corso dei giorni a seguire parlando con alcuni colleghi del centro mi è stato riferito che la sera stessa altre due auto di altri dipendenti avevano avuto la stessa sorte e che nei giorni antecedenti a tale data qualcuno si era divertito a squarciare le gomme delle auto di altrettanti dipendenti. Quindi, oggi sono qui a scrivervi per dar voce a noi "poveri" dipendenti non tutelati durante le ore lavorative,non avendo a disposizione un parcheggio custodito per noi,come qualunque altro centro commerciale al mondo. Per farle capire che sono dispetti recidivi le racconto un episodio accaduto lo scorso anno,l'omertà regna sovrana nel nostro centro: Ero sempre parcheggiata davanti all'entrata Est,la sera dopo aver finito il mio turno di lavoro mi sono accorta che mi avevano smontato le calotte degli specchietti,pubblicai uno sfogo su facebook di tale accaduto, beh non ci crederà ma dopo due giorni ho ritrovato le mie calotte poggiate sul cofano della macchina,il ladro è stato così educato da riportarmeli. Ad una collega invece,hanno smontato la spazzola del lunotto posteriore e i tappi dei cerchi in lega ad altri hanno proprio rubato l'auto. A questo punto,recarsi sul posto di lavoro sta diventando uno stato di ansia!Sperando di aver catturato la vostra attenzione vi porgo i miei saluti. P.S.Non vi allego foto per timore di ulteriori danni (si può vivere così?!) Mi auguro che questo annuncio venga pubblicato!”.

La replica del Direttore Guglielmo Cirillo fa capire che stanno le cose: "La piena sicurezza di tutti i frequentatori del Valmontone Outlet, sia dipendenti che visitatori, è per noi da sempre prioritaria: operiamo con grande attenzione adottando tutte le misure necessarie per renderlo un tranquillo luogo di lavoro e di aggregazione e svago. Stiamo effettuando scrupolose verifiche in merito alle situazioni che sono state registrate nei giorni scorsi, collaborando con le autorità giudiziarie preposte. Continueremo a vigilare e ad adoperarci al meglio delle nostre possibilità, proseguendo con lo sviluppo della strategia di miglioramento continuo della struttura e dei servizi offerti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Daniele Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento