menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Valmontone, "Calce e fiamma", a Palazzo Doria  il secondo evento per "Il giorno della memoria"

Valmontone, "Calce e fiamma", a Palazzo Doria il secondo evento per "Il giorno della memoria"

Valmontone, "Calce e fiamma", a Palazzo Doria il secondo evento per "Il giorno della memoria"

Dopo il concerto di chitarra di Miguel Angel Jimenez, oggi a Valmontone secondo evento per celebrare il Giorno della Memoria 2015. Alle ore 18.00, nella Stanza dell'Aria di Palazzo Doria Pamphilj, verrà presentato il volume di Mauro Nasi "Calce e...

Dopo il concerto di chitarra di Miguel Angel Jimenez, oggi a Valmontone secondo evento per celebrare il Giorno della Memoria 2015. Alle ore 18.00, nella Stanza dell'Aria di Palazzo Doria Pamphilj, verrà presentato il volume di Mauro Nasi "Calce e fiamma. Storia di deportazione, di fughe e d'amore".

L'opera di Nasi narra una storia drammatica, finora sconosciuta ai più: il 7 ottobre 1943 tutti i carabinieri di Roma e di diverse caserme d'Italia vennero disarmati con l'inganno, quindi arrestati e deportati nei campi di concentramento per impedire che, nove giorni dopo, potessero contrastare il rastrellamento nazista e la deportazione ad Auschwitz degli ebrei del ghetto di Roma.

Quello di Nasi è il primo libro che affronta questa vicenda in forma narrativa attraverso la testimonianza di Mario Ciavaglia, oggi 91enne residente a Cisterna di Latina, carabiniere a cavallo formato nella Legione Allievi di via Legnano di Roma che fu tra i deportati del 7 ottobre 1943.

Nei 18 mesi di prigionia nei campi di Klagenfurt e Selzthal Ciavaglia lavorò come muratore e minatore, riuscendo poi, dopo un primo tentativo fallito, a fuggire con altri 6 prigionieri e riconquistare la libertà. Con grande fatica riuscì a superare il confine e rientrare in Italia per tornare a Cisterna di Littoria, ridotta in macerie da un bombardamento, dalla famiglia e dalla moglie. Una storia personale avvincente e toccante, narrata con uno stile romanzato senza descrizioni forti o truculenti che, anche con l'ausilio in appendice di atti e documenti, permette di portare alla luce una situazione storica molto delicata per l'Italia e per l'Arma dei Carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento