Serrone, il paese verso un nuovo tipo di turismo con la valorizzazione dei prodotti locali ed il portale discoverplaces.travel

Un "clamoroso" provvedimento amministrativo è stato emesso dal sindaco di Serrone Natale Nucheli, per incrementare il turismo. Un'ordinanza rivolta a tutti i commercianti di alimentari o similari che

Protagonisti del nuovo sito discoverplaces.travel e amministratori

Un "clamoroso" provvedimento amministrativo è stato emesso dal sindaco di Serrone Natale Nucheli, per incrementare il turismo. Un'ordinanza rivolta a tutti i commercianti di alimentari o similari che obbliga ad esporre una bacheca con i prodotti locali e per fare questo il sindaco ha anche predisposto dei contributi per l’acquisto di una bacheca da inserire nei negozi della cittadina.

“E’ assurdo per un turista che si trova in un negozio non sapere che si trova a Serrone perché non trova esposti i prodotti del comune a comianciare dal vino Cesanese DOCG ( unico vino rosso nel lazio). L’ordinanza nasce da uno studio che ha realizzato l’ing. Claudia Bettiol, blogger e ricercatrice turistica, che ha evidenziato il problema anche nel presentare il nuovo portale turistico bilingue ( Italiano-Inglese) www.discoverplaces.travel che si occupa di tutti i paesi del Lazio esclusa Roma, perché il nuovo sito parla di turismo esperienziale e richiamerà turisti che vogliono spendere e che vogliono conoscere nuove emozioni, che solamente i piccoli paesi possono dare con le loro singolari caratteristiche.

Il provvedimento del sindaco di Serrone Natale Nucheli serve a dare forza ad un turismo che in questi ultimi tempi stava ristagnando nella normalità della vita quotidiana, invece il turismo esperienziale è il nuovo turismo di cui hanno bisogno Serrone, la Ciociaria ed il Lazio.

E’ ormai arcinoto che Roma, la città eterna, è stata la città più visitata ed i turisti che tornano in Italia cercano nuove esperienze nei dintorni della capitale. E’ assurdo ed anacronistico che una cittadina come Serrone faccia parte della Strada del Vino Cesanese e però di questa strada non si hanno evidenze al di fuori di queste zone,e nello stesso paese. Scarse sono le indicazioni nel Web di produttori locali con aziende visitabili ed è proprio questo che, invece, cerca il turista.

Bene dunque ha fatto il Sindaco di Serrone, con il provvedimento che accennavamo in apertura, ad imporre con ordinanza sindacale ai negozi del posto di esporre il brand che più richiama il turista insieme agli altri due prodotti locali le Patacche (pasta di acqua e farina e basilico verde) e la Ciambella Serronese per richiamare turisti che rappresentano la vera economia della cittadina.

Sin dagli anni 70’ Serrone ha puntato sul turismo, anzitutto con la lottizzazione di Monte Scalambra, e proprio intorno a questo sono nati gli alberghi ed i ristoranti che offrono fino a 200 posti letto e possono ospitare fino a 2000 persone sia a pranzo o cena al giorno.

Ecco, adesso si sente la necessità di avere un nuovo turismo legato all’enogastronomia e Serrone è uno dei paesi del Lazio che ha un brand prestigiosissimo come il Vino Cesanese DOCG inserito peraltro nella Strada del Vino Cesanese del Piglio. Per iniziare questo percorso conoscitivo vi è la necessità che tutti gli operatori siano convinti del progetto. I blogger internazionali Ing. Claudia Bettiol e Ing. Gavin Tulloch che “hanno già investito per la sola realizzazione del sito bilingue (italiano-inglese) ben 450.000” con un lavoro immane prima di ricerca e poi con il lancio del sito www.discoverplaces.travel che sarà il vero traino turistico locale perché incentrato su tutti i comuni del Lazio, ognuno con le sue piccole, ma, interessanti peculiarità turistiche.

Nel pomeriggio, la Signora Bettiol ha tenuto un corso di formazione turistica agli operatori del comprensorio che ha visto la presenza di gente proveniente da Ceccano, Rocca Priora e l'assessore al Turismo della Città di Fiuggi Elisa Costantini accompagnata dal direttore di Acqua e Terme. Presenti anche l'assessore alla cultura del comune di Serrone Antonietta Damizia e la Cons. Antonella Sperati che rappresentava anche la Strada del vino Cesanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento