Non paga mezzo milione di euro di tasse e sparisce

Un imprenditore di Sgurgola è stato rinviato a giudizio per evasione delle imposte sui redditi. A maggio la prima udienza

Evade le tasse per quasi mezzo milione di euro e poi sparisce nel nulla. Rinviato a giudizio un imprenditore di 62 anni originario di Sgurgola. Secondo quanto emerso dalle indagini portate avanti dalla procura, nella persona del procuratore capo Giuseppe De Falco, l’uomo, titolare di una Serigrafia, avrebbe evaso imposta sui redditi per quasi mezzo milione di euro.

Fissata la prima udienza

I fatti si riferiscono al 2008 quando a seguito di accertamenti da parte del Ministero Delle Finanze venne fuori che l’uomo aveva evaso l’imposta sui redditi per 187.528 euro e l’Irpef per 169.153 euro. Adesso l’inchiesta è conclusa. Il gip, Palladino lo ha rinviato a giudizio per evasione delle imposte sui redditi. La prima udienza si terrà davanti al giudice monocratico il 25 maggio prossimo. L’imputato sarà rappresentato dall’avvocato Luca Solli del foro di Frosinone. Non si esclude che il 62enne proprio per evitare il processo possa essersi trasferito all’estero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento