Cronaca

Nessun attentato all'auto del consigliere Marcelli. Si è trattato di un corto circuito

Le indagini dei carabinieri hanno escluso l'ipotesi di un possibile atto doloso. A distruggere la vettura è stato un fenomeno accidentale

In un primo momento si era pensato ad un atto intimidatorio nei confronti del consigliere regionale del M5S Loreto Marcelli. Poi le indagini avviate dai carabinieri della Compagnia di Sora hanno escluso l'ipotesi attentato riconducendo le cause dell'incendio della sua vettura ad un semplice corto circuito. L'episodio che ha creato non poca tensione al consigliere pentastellato è avvenuto intorno alle 2 di questa notte. L'auto, una Mercedes C200cdi, era parcheggiata all'interno del cortile della sua abitazione quando nel cuore della notte ha improvvisamente preso fuoco. Dalle prime indagini dai carabinieri erano state escluse tracce di combustibile. Le fiamme sono divampate dal vano motore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun attentato all'auto del consigliere Marcelli. Si è trattato di un corto circuito

FrosinoneToday è in caricamento