menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Costantino Lancia

Costantino Lancia

Coronavirus, infermiere ciociaro in servizio al Niguarda: "Perchè noi non abbiamo paura?"

Nativo di Sora, Costantino Lancia, in uno lungo post pubblicato sulla sua pagina social e condiviso da centinaia di persone, racconta sacrifici e timori di chi indossa un camice

Uno sfogo dettato dalla consapevolezza di svolgere una professione umana, indispensabile per il prossimo ma rischiosa per chi la esercita. Costanino Lancia, infermiere nativo di Sora nel Frusinate dipendente del 'Niguarda' di Milano sulla sua pagina Facebook si rivolge a tutti coloro che temono il Corona Virus.

Sempre in trincea

"Avete paura? Paura di andare al supermercato? Di prendere il treno? Di andare al teatro, al cinema, al ristorante? È comprensibile. Noi INFERMIERI, MEDICI e OSS invece, possiamo avere paura? NO e neanche di andare nei posti sopra elencati. Si perché, oggi tutta l’Italia è terrorizzata dal #Corona #virus, ma noi ci siamo sempre. Con la meningite, la tbc, l’HIV, HCV, l’H1N1. Con il sangue, l’urina, il vomito, la sofferenza. Siamo sempre lì, dal lunedì alla domenica. Durante il giorno, ma anche durante la notte, mentre il mondo dorme". Ci siamo anche a Natale, a Pasqua, a Ferragosto. Lasciamo moglie, figli e parenti. A volte asciughiamo le lacrime dei più piccoli che ci chiedono di restare e scappiamo a fare il nostro dovere. Anche noi abbiamo voglia di festeggiare, di essere a casa la domenica con tutta la famiglia. Anche noi abbiamo paura. Ma non possiamo. Perché il nostro dovere è essere in prima linea, da veri professionisti, sempre al fianco di chi ne ha bisogno.

Fareste il nostro lavoro ora?

"Vorrei farvi solo una domanda: quanti di voi farebbero il nostro lavoro ora? Quanti lo farebbero per lo stesso stipendio di un impiegato (con tutto il rispetto per gli impiegati)? Pochi, credo. Quindi cercate almeno di avere maggiore rispetto e considerazione del ruolo e del lavoro che ogni Medico, Infermiere, Oss, ausiliario e ogni professionista ospedaliero svolge. Ve ne saremmo davvero grati."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

  • Eventi

    Alatri, il Cristo nel Labirinto e le Mura Ciclopiche

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento