Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Sora

Sora, scoperto traffico di droga arrestato un giovane incensurato: in auto e a casa centinaia di dosi

Nella serata di ieri, in Sora, i Carabinieri del Nucleo Operativo della locale Compagnia, traevano in arresto un ventenne del posto, incensurato, disoccupato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nella serata di ieri, in Sora, i Carabinieri del Nucleo Operativo della locale Compagnia, traevano in arresto un ventenne del posto, incensurato, disoccupato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Intorno alle ore 16,00 il ragazzo, mentre era alla guida di una piccola utilitaria nel centro di Sora, veniva notato da una pattuglia di militari in borghese, in servizio di prevenzione e repressione del fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti, i quali insospettiti dall'atteggiamento del giovane iniziavano a seguirlo. Il ventenne, avvedutosi della presenza dell'auto "civetta", probabilmente intuendo fossero dei Carabinieri, tentava di allontanarsi velocemente dalla zona, venendo immediatamente raggiunto allo svincolo Sora nord dell'ingresso alla superstrada Sora-Avezzano. Sottoposto a perquisizione personale e veicolare, veniva trovato in possesso di circa 40 grammi di hashish e di quattro bustine contenenti marijuana, nonché di un piccolo bilancino elettronico di precisione, verosimilmente utilizzato dallo spacciatore per suddividere e pesare la droga da vendere ai propri clienti. A quel punto, gli investigatori si recavano con il fermato presso la propria abitazione, sottoponendola a perquisizione. All'interno della sua stanza da letto, venivano trovati ulteriori gr. 120 circa di hashish, gr. 6 di marijuana ed un altro bilancino. Costatato l'ingente quantitativo di stupefacente rinvenuto, sottoposto a sequestro, il ragazzo veniva dichiarato in stato di arresto ed al termine delle formalità di rito posto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. Ulteriori indagini sono scattate e tuttora in atto per risalire ai nominativi dei clienti e dei fornitori dello spacciatore sorano.

????????

IL COMANDO STAZIONE CARABINIERI DI CERVARO, NELL'AMBITO DI SERVIZI ANTIBRACCONAGGIO, HA DENUNCIATO ALL'AUTORITÀ GIUDIZIARIA DUE CACCIATORI PER LA VIOLAZIONE DELLE DISPOSIZIONI CHE REGOLANO L'ATTIVITÀ VENATORIA E MINACCIA.

Ieri, in San Vittore del Lazio, i militari della competente Stazione di Cervaro, deferivano in stato di libertà un 67enne di Rocca d'Evandro ed un 65enne di Cassino, per aver ucciso un capriolo, animale protetto su tutto il territorio nazionale e, per aver minacciato un ciclista di passaggio che, avendo assistito ai fatti, aveva manifestato tutto il suo disappunto ai due bracconieri.

I due cacciatori di frodo, dopo la segnalazione fatta dal ciclista, venivano intercettati e controllati dai militari intervenuti in località di montagna "Rotarelle", mentre caricavano su un fuoristrada la carcassa del capriolo adulto, di circa 50 kg., colpito più volte al petto da fucilate nel corso di una battuta di caccia.

Ai suddetti, che erano in possesso di regolare licenza di caccia, immediatamente veniva sequestrata la carabina a tre colpi con la quale era stato ucciso l'animale e ritirate le licenze per il porto di fucile per uso caccia.

Inoltre venivano avviate le proposte per la revoca della licenza di porto di fucile nei loro confronti e diniego alla detenzione delle armi, lo sventurato capriolo veniva poi smaltito, in serata, secondo quanto previsto dalle norme vigenti.

Cassino 3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sora, scoperto traffico di droga arrestato un giovane incensurato: in auto e a casa centinaia di dosi

FrosinoneToday è in caricamento