La terra torna a tremare tra la Ciociaria e l’Abruzzo. A Sora gente in strada, evacuate le scuole

Una scossa di 3.1 di magnitudo è stata registrata questa mattina alle 8 e 30 con epicentro a Balsorano. Evacuate le scuole anche ad Isola del Liri

Torna a tremare la terra tra i confini del Lazio e l’Abruzzo. Verso le 8 e 30 di questa mattina, come riportato dall’INGV, c’è stata una scossa di magnitudo 3.1. L’epicentro del terremoto è stato registrato a 5 chilometri a sudest di Balsorano, ad una profondità di 9 chilometri.

L'epicentro a Balsorano

Il movimento tellurico è stato avvertito nelle zone di confine tra la Ciociaria e la terra abruzzese ed a Sora c’è stato anche chi per paura è sceso in strada. La paura, come avviene sempre in questi casi, in poco tempo si è diffusa in rete e le segnalazioni dei cittadini che l’hanno avvertita sono arrivate fino al Nord del frusinate. Per fortuna, al momento, non si registrano danni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scuole evacuate

Subito dopo la scossa gli studenti delle scuole di Sora ed Isola del Liri sono stati fatti uscire dai plessi scolastici cosi come previsto dalla legge. Roberto De Donatis, sindaco di Sora, non ha emesso nessuna ordinanza di chiusura della scuole e degli edifici pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giudice di Pace di Frosinone annulla le multe emesse durante la quarantena

  • Violento scontro su Via Casilina tra bus e Fiat 500, muore Fabrizio Cibba (foto)

  • Il messaggio che mette paura: “attenzione, c’è una grossa Anaconda nel fiume”

  • La palpeggia e, dopo il "no", le spacca il setto nasale e va al bar: arrestato 44enne marocchino

  • Valmontone, la banca gli chiede 14 mila euro, lui si oppone e vince una causa con 18 mila euro di risarcimento

  • Anagni, un boato e poi le fiamme invadono l'ex Polveriera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento