Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Trevi nel Lazio-Jenne, il caldo caccia la gente dalle città che si riversa sui fiumi Aniene e Simbrivio

Di Giancarlo Flavi Nonostante la siccità e soprattutto per il gran caldo portato da “Lucifero” la gente in massa si è riversata lungo le sponde del fiume Aniene che seppur a portata ridotta serve a refrigerare quanti si sono presentati nel...

Di Giancarlo Flavi

Nonostante la siccità e soprattutto per il gran caldo portato da "Lucifero" la gente in massa si è riversata lungo le sponde del fiume Aniene che seppur a portata ridotta serve a refrigerare quanti si sono presentati nel caldo sabato del 5 agosto a "Comunacqua", o meglio nello spazio archeologico tra Jenne e Trevi nel Lazio per vedere la bellissima cascata e stare fermi tra gli "schizzi" refrigeranti.

Trevi nel Lazio Alberui caduti 4

In questa sorta di "paradiso terrestre" stona la brutta visione degli alberi caduti sul fiume Aniene che nessuno ha provveduto a raccogliere dopo la nevicata di qualche anno fa che ostacolano coloro che vorrebbero fare una passeggiata nelle fredde acque del bellissimo fiume Aniene. Se questo posto fosse curato, magari dai ragazzi di una cooperativa sociale, potrebbe dare lavoro a decine di persone, perché i reperti archeologici hanno bisogno di servizi e non si capisce il motivo del perché non vengano "sfruttati" e quindi mantenuti come si dovrebbe per accogliere turisti e viaggiatori anche occasionali che hanno la necessità di passare un giorno tra le bellissime acque dove confluisce il fiume Aniene e il Simbrivio creando un impatto naturale di primordine. Un luogo questo da poter valorizzare e che potrebbe creare nuova economia per i giovani del posto cosi come avviene nella vicina Subiaco.

Giancarlo Flavi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trevi nel Lazio-Jenne, il caldo caccia la gente dalle città che si riversa sui fiumi Aniene e Simbrivio

FrosinoneToday è in caricamento