Trevi Nel Lazio, costruisce un ponte abusivo all’interno del Parco Regionale a Comunacquè

Un uomo di 58 anni della zona è stato denunciato per distruzione ed alterazione di bellezze naturali

Per attraversare le limpide e gelide acque del fiume Aniene ogni volta si doveva bagnare per andare da un terreno ad un altro che si trovava dall’altra sponda. Per questo motivo aveva pensato e poi realizzato un ponte in legno e ferro all’interno di una zona sotto posta a dei vincoli ristrettissimi.

I carabinieri, nelle ore scorse, hanno accertato che l’uomo, nel Comune di Trevi nel Lazio, località Comunacquè all’interno del parco regionale dei monti Simbruini (zona questa sottoposta a vincolo sismico, idrogeologico, paesaggistico e tutela delle acque), aveva realizzato, senza alcuna autorizzazione, una struttura in ferro e legno della lunghezza di circa 11 metri al fine di collegare due sponde del fiume Aniene. Il manufatto è stato posto sotto sequestro in attesa della bonifica dell’intera area interessata.

Gli stessi carabinieri di Trevi Nel Lazio dopo le indagini del caso hanno deferito in stato di libertà  per “distruzione e alterazione di bellezze naturali, violazione al codice dei beni culturali e del paesaggio in area sottoposta a vincolo paesaggistico” un 58enne del luogo, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento