Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Cassino

'Valle del Liri', il commissario straordinario scopre un 'buco' da 19 milioni di euro

Riccardo Casilli ha annunciato di aver presentato una denuncia presso la Procura della Repubblica nei confronti del presidente e dei componenti del CDA dal 2005 al 2009

Un 'buco' nel bilancio da 19 milioni di euro. Una gestione 'allegra' delle casse del consorzio di Bonifica 'Valle del Liri' dal 2005 al 2009 avrebbe portato l'Ente sull'orlo del fallimento. Per questo motivo il commissario straordinario Riccardo Casilli, ha presentato una denuncia presso la Procura di Cassino.

La vicenda

Il funzionario regionale nominato lo scorso novembre ha impiegato quattro mesi per dipanare una matassa intrigata e piena di incognite. Al termine di una lunga e complessa verifica dei conti il commissario straordinario si sarebbe reso conto che dalle casse del Consorzio mancano 19 milioni di euro che invece avrebbero dovuto essere impiegati per il pagamento di alcune ditte. Nell'esposto vengono in particolar modo evidenziate due situazioni. Due contenziosi, per un ammontare di otto milioni di euro, sono stati ravveduti i reati di 'falso in atto pubblico' e 'falso in bilancio'.

L'indagine interna della Regione

Della questione è stata anche informata la Regione Lazio che ha disposto un'indagine interna riguardante soprattutto contenziosi extrabilancio pendenti con i dipendenti stessi, con una società e con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Il dicastero ha intimato la Consorzio la restituzione di otto milioni di euro per lavori svolti nel Cassinate e che sarebbero stati incassati dal Consorzio stesso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Valle del Liri', il commissario straordinario scopre un 'buco' da 19 milioni di euro

FrosinoneToday è in caricamento