Villalba di Guidonia, vendevano on-line, ma erano dei truffatori. Tre denunciati

Sono partite dalla denuncia di un cittadino le  indagini della Polizia di Stato che hanno portato all’individuazione di una banda di truffatori che agiva su internet. Tempo fa un uomo, dopo aver consultato un sito web, aveva ordinato un

truffe online

Sono partite dalla denuncia di un cittadino le indagini della Polizia di Stato che hanno portato all’individuazione di una banda di truffatori che agiva su internet. Tempo fa un uomo, dopo aver consultato un sito web, aveva ordinato un

elettrodomestico ad un prezzo che gli era sembrato molto vantaggioso. Effettuato il bonifico di 892 euro su una carta prepagata, è pazientemente rimasto in attesa di ricevere il prodotto finchè, stanco di aspettare, ha provato a contattare telefonicamente il fornitore senza però ricevere alcuna risposta.

A questo punto si è portato negli uffici del Commissariato di Villalba di Guidonia a denunciare l’accaduto. E’ così partita l’attività investigativa dei poliziotti che ha portato a smascherare una banda di criminali italiani, alcuni dei quali di origini napoletane, che convogliava gli illeciti profitti su conti correnti esteri.

Tre uomini già noti alle forze dell’ordine sono stati pertanto denunciati per associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro e truffa on line; ulteriori indagini ad opera della Polizia di Stato sono in corso per cercare di recuperare il denaro sottratto a numerose persone vittime dei criminali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento