"Ripresa economica in Ciociaria troppa lenta", la Federlazio fa il punto

Presentato il rapporto dalla Federazione di Frosinone. Tra i circa 450 sondaggi fatti nel Lazio sono stati estrapolati i dati della Ciociaria.

La Ciociaria è in lenta ripresa, ma comunque è ripartita. Anche se gli industriali non investono per il futuro. Martedì mattina il direttore di Federlazio  Roberto Battisti ha presentato : “lndagine congiunturale sulle piccole e medie imprese della Provincia di Frosinone”, affiancato dal Presidente Casinelli e dal Presidente della Provincia Antonio Pompeo. La provincia di Frosinone, si è presentata con un aumento dello 0,48 percento, tasso più alto di tutte le province del Lazio e con un forte aumento nell’export che ha visto un incremento del 58,1 percento e di questo aumento il 118,5percento si è sviluppato nei paesi extra Europei . in compenso sono calate le ore di cassa integrazione, perché le industri purtroppo hanno chiuso.  Insomma, come ha affermato il direttore Battisti: “Le basi non sono solide per costruire il futuro prossimo”. Come a dire che anche le piccole imprese al di sotto dei 50 dipendenti” Si vive alla giornata.

I dati sono positivi

Il Presidente Casinelli, nel tentare di raddrizzare la situazione ha affermato che l’indagine di Federlazio è ripresa da Banchitalia. “I dati sono positivi, la ripresa è in atto nel sistema generale e quindi i dati del secondo semestre sono positivi su dati reali forniti dalle imprese , però non si fanno grossi investimenti”. Poi ha lamentato l’inefficienza della pubblica amministrazione per il sistema infrastrutturale e soprattutto il sistema dei controlli, sia fiscali che amministrativi, che secondo la Corte dei Conti, vanno a vanvera, perché tutti i verbali redatti al 50percento finiscono con l’avere ragione le aziende. “ Ecco perché la pubblica amministrazione deve dare efficienza all’azienda.

Basta con lo scarica barile delle responsabilità

Dal canto suo, il Presidente Pompeo, Presidente della Provincia,  si è detto  felice di aver sentito i dati  ed ha evidenziato il fatto che si deve mettere fine allo scarica barile delle responsabilità. “Ho notato che c’è un cambiamento ci sono risultati che lasciano sperare e il lieve aumento, si deve anche ai provvedimenti amministrativi. Ma questo dato deve essere un punto di partenza- ha aggiunto il Presidente Pompeo - si deve ritrovare la fiducia perché l’export tira”. Poi ha parlato della crisi della politica e delle grosse difficoltà in cui gli amministratori vivono. “ Si deve ripartire- ha aggiunto il presidente Pompeo e non dobbiamo mettere le bandierine. Mi auguro che le forze politiche sappiano far bene per la nostra provincia, anche se le province sono state svuotate di mezzi finanziari e di personale. Ecco perché ci si deve capire e fare squadra. Infrastrutture e burocrazia devono lavorare insieme”. Poi ha fatto il caso della Fromeri, che ha lasciato Parma per insediarsi a Ferentino, dove le infrastrutture sono all’avanguardia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento