"Ripresa economica in Ciociaria troppa lenta", la Federlazio fa il punto

Presentato il rapporto dalla Federazione di Frosinone. Tra i circa 450 sondaggi fatti nel Lazio sono stati estrapolati i dati della Ciociaria.

La Ciociaria è in lenta ripresa, ma comunque è ripartita. Anche se gli industriali non investono per il futuro. Martedì mattina il direttore di Federlazio  Roberto Battisti ha presentato : “lndagine congiunturale sulle piccole e medie imprese della Provincia di Frosinone”, affiancato dal Presidente Casinelli e dal Presidente della Provincia Antonio Pompeo. La provincia di Frosinone, si è presentata con un aumento dello 0,48 percento, tasso più alto di tutte le province del Lazio e con un forte aumento nell’export che ha visto un incremento del 58,1 percento e di questo aumento il 118,5percento si è sviluppato nei paesi extra Europei . in compenso sono calate le ore di cassa integrazione, perché le industri purtroppo hanno chiuso.  Insomma, come ha affermato il direttore Battisti: “Le basi non sono solide per costruire il futuro prossimo”. Come a dire che anche le piccole imprese al di sotto dei 50 dipendenti” Si vive alla giornata.

I dati sono positivi

Il Presidente Casinelli, nel tentare di raddrizzare la situazione ha affermato che l’indagine di Federlazio è ripresa da Banchitalia. “I dati sono positivi, la ripresa è in atto nel sistema generale e quindi i dati del secondo semestre sono positivi su dati reali forniti dalle imprese , però non si fanno grossi investimenti”. Poi ha lamentato l’inefficienza della pubblica amministrazione per il sistema infrastrutturale e soprattutto il sistema dei controlli, sia fiscali che amministrativi, che secondo la Corte dei Conti, vanno a vanvera, perché tutti i verbali redatti al 50percento finiscono con l’avere ragione le aziende. “ Ecco perché la pubblica amministrazione deve dare efficienza all’azienda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Basta con lo scarica barile delle responsabilità

Dal canto suo, il Presidente Pompeo, Presidente della Provincia,  si è detto  felice di aver sentito i dati  ed ha evidenziato il fatto che si deve mettere fine allo scarica barile delle responsabilità. “Ho notato che c’è un cambiamento ci sono risultati che lasciano sperare e il lieve aumento, si deve anche ai provvedimenti amministrativi. Ma questo dato deve essere un punto di partenza- ha aggiunto il Presidente Pompeo - si deve ritrovare la fiducia perché l’export tira”. Poi ha parlato della crisi della politica e delle grosse difficoltà in cui gli amministratori vivono. “ Si deve ripartire- ha aggiunto il presidente Pompeo e non dobbiamo mettere le bandierine. Mi auguro che le forze politiche sappiano far bene per la nostra provincia, anche se le province sono state svuotate di mezzi finanziari e di personale. Ecco perché ci si deve capire e fare squadra. Infrastrutture e burocrazia devono lavorare insieme”. Poi ha fatto il caso della Fromeri, che ha lasciato Parma per insediarsi a Ferentino, dove le infrastrutture sono all’avanguardia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 25 maggio: nessun contagio ma, dopo 8 giorni, un altro decesso

  • Coronavirus, anche a Valmontone i casi dei positivi raggiungono la doppia cifra

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento