Calcio, il Frosinone compie l'impresa e vola in finale: Pordenone battuto 2-0! Le pagelle

I gol di Ciano e Novakovich regalano ai giallazzurri lo spareggio che vale la Serie A contro lo Spezia

Impresa doveva essere ed impresa è stata. Il Frosinone batte 2-0 il Pordenone ed accede in finale. Una gara gagliarda da parte dei ciociari che sono riusciti a ribaltare lo 0-1 dell’andata firmato Tremolada. I gol di Ciano al 7’ e Novakovich al 15’ hanno consentito ai ragazzi di Nesta di regalarsi lo spareggio che vale la Serie A con lo Spezia.

Primo tempo – Nonostante il passivo che vede i ciociari sotto di due reti, Nesta non cambia schierando i suoi con il consueto 3-5-2, con Ciano e Novakovich in avanti. Tesser risponde schierando i suoi con il 4-3-1-2. Pronti-via il Frosinone passa: Haas muove palla dai 25 metri, allarga sulla sinistra per Beghetto che crossa basso al centro dell'area, arriva Ciano che insacca di piatto. I ciociari alzano i giri del motore e al quarto d’ora segnano il gol qualificazione: lancio lungo dalle retrovie di Ariaudo, Novakovich vince un rimpallo, palla che arriva a Rohden che di prima mette nelle condizioni migliori proprio l’americano di segnare. Frosinone che controlla agilmente il vantaggio fino a fine primo tempo.

Secondo tempo  - Nella ripresa il Pordenone cerca da subito di chiudere il Frosinone nella propria metà campo. Al 52’ occasione per i ramarri: De Agostini crossa dalla fascia sinistra per Bocalon che di testa sbaglia da due passi mandando la palla sul fondo. Sempre l’ex Venezia, cinque giri di lancetta più tardi, si rende pericoloso ancora in elevazione, palla che termina a lato. I neroverdi si rendono pericolosi ancora da calcio piazzato, stavolta è Pobega a sfiorare il gol dell’1-2, ma la sfera finisce di nuovo fuori di poco. Il Frosinone si fa vedere al 79’ con un colpo di testa di Paganini, deviato fortuitamente dalla schiena di Szyminski, palla che assume una strana traiettoria, decisivo Di Gregorio a deviare in angolo. All’88’ Bardi si supera deviando una conclusione ravvicinata del neo entrato Strizzolo. Ancora il capocannoniere del Pordenone che al 95’ sfiora la traversa di testa. L’ultima occasione della partita capita al Frosinone con Gori che, da due passi, spara addosso a Di Gregorio. La gara finisce con la vittoria del Frosinone per 2-0. Ciociari in finale contro lo Spezia.

Tabellino

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Almici, Camporese, Vogliacco, De Agostini (38’ st Chiaretti); Misuraca (17’ st Mazzocco), Burrai, Pobega (29’ st Candellone); Gavazzi (1’ st Tremolada); Bocalon (17’ st Strizzolo), Ciurria.

A disposizione: Bindi, Stefani, Semenzato, Pasa, Gasbarro, Bassoli, Zammarini.

Allenatore: Tesser.

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Szyminski, Ariaudo, Krajnc; Salvi (21’ st Paganini), Rohden, Maiello (21’ st Gori), Haas, Beghetto (45’ st Zampano); Ciano (15’ st Dionisi), Novakovich (15’ st Ardemagni).

A disposizione: Iacobucci, Bastianello, Capuano, Citro, Tribuzzi, Brighenti, Vitale.

Allenatore: Nesta.

Marcatori: 7’ pt Ciano, 15’ pt Novakovich.

Le pagelle: Bardi salva il risultato allo scadere, bentornato Maiello

Bardi 7: non deve compiere particolari interventi fino al minuto 88, quando con uno scatto di reni felino respinge il colpo ravvicinato di Strizzolo. Decisivo.

Szyminski 6.5: gioca per l’acciaccato Brighenti e non sfigura minimamente, guadagna di mestiere anche parecchi falli.

Ariaudo 6.5: il capitano giallazzurro di questa sera guida la difesa da vero leadership. Suo il lancio dalle retrovie che poi porta al raddoppio di Novakovich.

Krajnc 6.5: concede solo le briciole agli attaccanti neroverdi che passano dalle sue parti.

Salvi 6.5: torna nel suo ruolo naturale e assicura al Frosinone una costante spinta sulla fascia destra. Bene anche in fase di copertura.

Rohden 6.5: suo l’assist per il gol di Novakovich. Si inserisce molto spesso in area di rigore fin dai primi minut.  In netta crescita rispetto alle ultime apparizioni.

Maiello 7.5: fin quando è in campo è sicuramente tr ai migliori. Recupera una miriade di palloni e ogni volta che tocca palla dà qualità alla manovra canarina.

Haas 6: forse il centrocampista canarino che si vede di meno. Prende un giallo che gli farà saltare l’andata della finale con lo Spezia.

Beghetto 6.5: torna titolare dopo diverso tempo e gioca una partita molto buona. Suo l’assist che consente a Ciano di aprire le danze.

Novakovich 7.5: segna, lotta e corre su ogni pallone, anche da acciaccato. Si sta guadagnando  sempre più il ruolo di protagonista in questa squadra. Esce stremato.

Ciano 7: tocca pochi palloni ma decisivi. Segna un gol che ai più può sembrare facile, ma non lo è affatto.

Dionisi 6: chiamato a guadagnare minuti e metri perde qualche pallone di troppo.

Ardemagni 6: guadagna qualche punizione importante.

Paganini 6: sfiora il gol in due circostanze con due spizzate da calcio piazzato.

Gori 6: entra per dare il proprio contributo a centrocampo, sbaglia un gol clamoroso nel finale.

Zampano 4: sbaglia qualsiasi cosa nei pochi minuti che è in campo. Così non va.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nesta 7:nonostante il risultato da recuperare, schiera i suoi di nuovo con il 3-5-2 e i risultati gli danno ragione. Una delle migliori prestazioni dei suoi della stagione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento