Dinamo Labico calcio (II cat.), emozioni intense per il memorial intitolato a Franco Caponera

Da ieri il campo sportivo è ufficialmente intitolato a Caponera, labicano doc, scomparso 20 anni fa

Una splendida giornata tra sport e ricordo. Da ieri il campo sportivo di Labico è ufficialmente intitolato a Franco Caponera, labicano doc e grande tifoso di calcio (e in particolare della Roma e della squadra del suo paese) scomparso 20 anni fa. Davvero toccante e molto partecipata la mattinata di eventi con cui l’amministrazione comunale in collaborazione con la Dinamo Labico hanno voluto ricordare la figura di Caponera.

Il memorial Franco Caponera

Innanzitutto una serie di fotografie hanno permesso alle tante persone intervenute di rivivere momenti della vita di Franco e, in generale, della comunità calcistica labicana. Poi a prendere la parola è stato il presidente del Comitato associazioni Marco Marsili che ha prima presentato i componenti della nuova Dinamo Labico (sia i calciatori che lo staff dirigenziale e tecnico, su tutti mister Alfio Nuzzi che ha voluto offrire il suo personale ricordo di Caponera) e ha poi introdotto gli interventi al microfono delle personalità intervenute.

Dopo la benedizione della targa da parte del parroco don Antonio Fiasco, è stata la volta degli interventi istituzionali da parte del consigliere delegato alla Cultura Tina Miele e ovviamente del sindaco di Labico Danilo Giovannoli. «Abbiamo accolto la proposta di intitolare il campo sportivo a Franco e in tempi brevissimi siamo riusciti a organizzare questa giornata ricca di emozioni e ricordi per una persona davvero molto amata da tutta la nostra comunità» ha sottolineato il primo cittadino. Non sono mancate le parole e il sentito ricordo di tre persone che hanno conosciuto molto da vicino Caponera vale a dire Michele Capri, Armando Zelli e Maurizio Delle Prugne che hanno raccontato anche alcuni simpatici aneddoti legati alla figura di Franco.

La targa

Poi, sulle note dell’inno d’Italia suonato dalla banda musicale diretta dal maestro Giuseppe Galli, è arrivato il simbolico momento della scopertura della targa che d’ora in avanti ricorderà a tutti la nuova denominazione del campo sportivo di Labico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L' amichevole contro il Palestrina

La mattina si è conclusa con l’importante test amichevole sostenuto dalla Dinamo Labico contro il Palestrina, ambiziosa compagine di Prima categoria: i ragazzi di mister Nuzzi hanno dimostrato di essere a buon punto sotto l’aspetto della condizione atletica e hanno vinto per 3-1 grazie alle reti di Tirotta, Cerci e Milana. Unica nota negativa l’infortunio alla spalla a Mauro Catarinelli che potrebbe rimanere ai box per qualche tempo. Nel complesso una buona prova generale in vista dell’esordio in campionato domenica prossima, ancora in casa, contro il temibile Marino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento