menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
11205974_976401075711554_4934930484728350732_n

11205974_976401075711554_4934930484728350732_n

Il Rugby, la scuola e la Valle dell’Aniene: 11,12 e 13 maggio 2015

“Il Rugby, la scuola e la Valle dell’Aniene”, è questo il nome del progetto portato avanti dalla Vis Sublacum Rugby ASD con l’Istituto comprensivo di Subiaco che sarà realizzato l’11, 12 e 13 maggio,  con il sostegno e supporto del Comune di...

"Il Rugby, la scuola e la Valle dell'Aniene", è questo il nome del progetto portato avanti dalla Vis Sublacum Rugby ASD con l'Istituto comprensivo di Subiaco che sarà realizzato l'11, 12 e 13 maggio, con il sostegno e supporto del Comune di Subiaco, che ha messo disposizione il lo Stadio Comunale di S. Lorenzo. L'iniziativa ha trovato l'entusiasmo anche di altri Sindaci della Valle e della Comunità Montana dell'Aniene.

L'idea del progetto nasce da un accordo promosso dalla Federazione Italiana Rugby con il Ministero dell'Interno, per far conoscere ai bambini questo sport e portarlo all'interno delle scuole.

Lunedì, martedì e mercoledì, saranno così giornate dedicate ad un torneo di Minirugby che si svolgerà a Subiaco, nel campo sportivo di S. Lorenzo dalle ore 9,30 fino alle 13,00 e che vedrà sfidarsi le classi terze, quarte e quinte degli Istituti Comprensivi di Affile, Subiaco e Vicovaro - Licenza (comprendenti anche le scuole di Agosta, Canterano, Marano ed Arcinazzo Romano).

" Il nostro scopo è far conoscere al meglio questo sport, è dare possibilità ai bambini di confrontarsi tra loro " - spiega Domenico Checchi, Presidente della Vis Sublacum Rugby ASD - " Il rugby non è uno sport violento, come spesso si può pensare, ma un gioco di squadra. Abbiamo insegnato sin da subito ai bambini che l'avversario non è un nemico da abbattere, ma è colui il quale ti da la possibilità di misurarti, di crescere. "

La prima fase del progetto inizia a settembre, con una serie di incontri che avvengono tra educatori e bambini per dare loro delle "pillole di rugby", per insegnare l'importanza dello scopo da perseguire, la libertà di gioco senza preconcetti tattici mentre, la fase successiva, si basa sul confronto con le altre classi, su una forma di socializzazione, si passa dalla teoria alla pratica? ed ecco che gli studenti sono pronti per essere portati in campo!

" il famoso terzo tempo, momento del rugby in cui le squadre locali invitano gli ospiti a cena, è stato organizzato dalle mamme dei nostri ragazzi, che si sono adoperate per preparare dolci, sostenendo a pieno la nostra idea " aggiunge Domenico " perché collaborare e resistere insieme per portare la palla al di là della linea di meta, può insegnare loro che, quando nella vita si ha uno scopo comune da perseguire, più che fare la lotta è bene unirsi come una vera squadra per raggiungere l'obiettivo. Solo allora, si vince. "

" Siamo orgogliosi di ospitare a Subiaco questa iniziativa - commenta il Sindaco Francesco Pelliccia - che ha una forte valenza educativa. L'educazione attraverso lo sport è un binomio efficace e incisivo per formare adeguatamente il carattere dei nostri ragazzi, attraverso le loro passioni. La collaborazione con la Vis Sublacum Rugby è solo all'inizio e sono sicuro che ci potrà dare grandi soddisfazioni nel futuro. Ringrazio l'associazione per il loro impegno a favore della comunità e l'Istituto comprensivo di Subiaco per aver creduto con forza in questo percorso innovativo"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento