Lirfl (rugby a 13), la Syrako prepara la festa: «Che orgoglio la finale del campionato da noi»

Come l'anno scorso sarà ai nastri di partenza anche se, forse, con aspettative diverse. La Syrako, formazione di Siracusa che parteciperà all'ormai prossimo campionato di rugby a 13 organizzato dalla Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl)...

una formazione del syrako

Come l'anno scorso sarà ai nastri di partenza anche se, forse, con aspettative diverse. La Syrako, formazione di Siracusa che parteciperà all'ormai prossimo campionato di rugby a 13 organizzato dalla Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl), vivrà in ogni caso una stagione indimenticabile come spiega il player manager del team siciliano Concetto D'Aquila.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«L'ente organizzatore ci ha dato la possibilità di organizzare la finale che assegnerà lo scudetto 2016 sul nostro campo, il "Pippo Di Natale". L'evento si terrà nel week-end tra il 9 e il 10 luglio quando si giocherà anche la finale del terzo e quarto posto e non vediamo l'ora di poter gustarci quella grande festa». D'Aquila non nasconde che, a livello tecnico, per la Syrako sarà molto difficile arrivare alla finale scudetto da protagonista anche in campo. «Nella scorsa stagione abbiamo fatto un bellissimo percorso che ci ha visti approdare in semifinale e perdere, seppur a testa alta, con la validissima formazione toscana dei Magnifici. Quest'anno il nostro organico, che in parte gioca il campionato di serie C1 di rugby a 15 sempre sotto il nome di Syrako, è sicuramente più sperimentale e ha un organico mediamente più giovane, ma questo non vuol dire che non ci giocheremo le nostre carte». A partire dalla sfida in programma l'11 giugno prossimo a Reggio Calabria e valida come gara d'andata dell'abbinamento meridionale. «Il team calabrese è un'altra compagine di spessore, con diversi giocatori che militano in serie B – rimarca D'Aquila – Ma nel rugby a 13 c'è possibilità che i valori si livellino e che possano incidere tanti altri fattori. Da quando è finita la stagione del XV abbiamo modificato le metodologie di allenamento, concentrandoci esclusivamente sul rugby league. Tra l'altro abbiamo organizzato anche tre stage a Modica, Catania e Messina per cercare di puntellare il nostro organico». Manca solo il responso del campo, ma per ottenerlo non bisognerà aspettare molto...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento