Lirfl (rugby a 13), semifinali definite. La Syrako, intanto, saluta e aspetta di ospitare la finale

Il dado è tratto. Le semifinali del campionato organizzato dalla Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) sono state definite nello scorso fine settimana: ai Magnifici (già qualificati nel week-end precedente) si sono aggiunte Reggio, Hammers...

syrako 2016

Il dado è tratto. Le semifinali del campionato organizzato dalla Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) sono state definite nello scorso fine settimana: ai Magnifici (già qualificati nel week-end precedente) si sono aggiunte Reggio, Hammers Umbria e L'Aquila Neroverde.

I calabresi si sono imposti per 38-35 anche a Siracusa contro i Syrako, gli umbri hanno surclassato per 70-4 i toscani del Valdisieve Rugby e infine gli abruzzesi hanno sconfitto per 38-24 i capitolini dei Gladiators nel match di prima fase decisamente più equilibrato (tanto che gli aquilani hanno passato il turno solamente per due punti di differenza tra andata e ritorno). Gli abbinamenti delle semifinali prevedranno dunque le sfide tra Magnifici e Reggio (coi toscani in casa) e tra L'Aquila e Hammers Umbria (in casa degli abruzzesi).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SYRAKO – Hanno dunque lasciato la competizione i siciliani della Syrako, sconfitti anche al ritorno dal Reggio che si era imposto con un ampio scarto all'andata. «Ma la prima partita – dice il presidente giocatore siciliano Concetto D'Aquila – l'abbiamo giocata con una formazione molto rimaneggiata anche per via della trasferta non proprio comoda a livello logistico. Ci siamo presentati con alcuni elementi alla prima esperienza assoluta non solo nel rugby a 13, ma anche nel mondo della palla ovale. Inoltre Reggio ha sicuramente una squadra quadrata, giovane e con qualità e dunque ha approfittato della situazione. Al ritorno, però, è stata tutta un'altra storia tanto che nel primo tempo eravamo in chiaro vantaggio. Sinceramente quello era il nostro obiettivo principale: far vedere al Reggio e a tutto il movimento che la Syrako non fosse una squadra poco competitiva. Sono convinto che, con la formazione al completo, avremmo potuto giocarci quasi alla pari il passaggio del turno coi calabresi. Comunque anche dopo l'eliminazione, abbiamo festeggiato tutti assieme perché alla Syrako il clima di compattezza e allegria non può essere guastato da un risultato negativo». E a proposito di festa, Siracusa non è ancora totalmente uscita dai giochi Lirfl per la stagione 2016. «Avremo l'onore di ospitare le finali per il primo e per il terzo posto sul nostro campo "Pippo Di Natale" il prossimo 9 luglio – ricorda D'Aquila – e non vediamo l'ora che accada. Sarà un grande evento per tutta la nostra regione e cercheremo di "convincere" anche chi guarda la nostra disciplina con un po' di diffidenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento