Sport

R.N. Frosinone, quanti errori! La C.C. Lazio pareggia nel finale

Dopo tre vittorie arriva il primo mezzo passo falso per la Rari Nantes Frosinone. Al Foro Italico, i ciociari pareggiano 9-9 contro la C.C. Lazio ma mantengono comunque la testa solitaria della classifica

C.C. Lazio - R.N. Frosinone 9-9 (1-1, 2-4, 3-1, 3-3)

Dopo tre vittorie, arriva il primo mezzo passo falso per la Rari Nantes Frosinone. Al Foro Italico, i ciociari pareggiano 9-9 contro la C.C. Lazio, ma mantengono comunque la testa solitaria della classifica. Partita nervosa fin dai primi minuti di gioco, messa sul piano fisico dai padroni di casa, di certo più frizzanti dei nostri oggi. A loro il merito di averci creduto fino alla fine, a noi il demerito di averli tenuti in gara fino a 6” dal termine. Molto male la fase offensiva: molteplici gli errori sotto porta, culminati con un rigore parato a 20” dal fischio finale.

La cronaca

Quattro minuti con tanto nuoto e già due uno contro zero sbagliati dal Frosinone. Poi è Barberini a sbloccare il match, trasformando il rigore dello 0-1 ospite. Ma la Rari Nantes è troppo imprecisa: nei passaggi, nell’attacco alla porta, nella conclusione finale. È così che, al primo tiro nello specchio in più di sette minuti di gioco, la C.C. Lazio pareggia: 1-1 al primo riposo.

Mister Francesco Perillo alza la voce e prova a svegliare i suoi. Ma i romani non mollano: Martella pizzica l’incrocio e trova il 2-1. Il Frosinone non sta a guardare e pareggia i conti con Esposito, in situazione di superiorità numerica. I ciociari, però, non riescono a entrare del tutto in partita e dopo la centrata subiscono il nuovo vantaggio laziale. Nell’ultimo minuto e mezzo un bagliore della superiorità dei gialloblù. Trovano il gol Ambrosini, Barberini e Ceccarelli, tutti in contropiede: 3-5.

Lo 0-3 di parziale pare fiaccare la C.C. Lazio, ma è una falsa speranza. La Rari Nantes manca più volte il colpo del KO e subisce - in contropiede - il gol di Bernacchia, che segna senza che nessuno scali la marcatura. Segnale non positivo. Mellacina riporta comunque i suoi sul +2, imbucando il 4-6 in extra player. Poi il black out: nemmeno ora il Frosinone riesce ad allungare, anzi, subisce a stretto giro due reti. È 6-6 a fine terzo tempo.

Nel quarto periodo succede di tutto. La Rari Nantes fallisce diverse opportunità, la C.C. Lazio segna: 6-7. Ambrosini pareggia, poi i romani tornano avanti su uomo in più, 7-8. Nell’occasione, espulsione definitiva poco comprensibile ai danni di Martella. L’episodio infiamma la partita, ma ancor di più panchina e tribuna dei capitolini. Il Foro Italico - tristemente vuoto - si riempie delle proteste dei padroni di casa.

Il Frosinone prova a giocare, preso per mano da Barberini, che prima pareggia e poi porta avanti i suoi: è 8-9 a meno di due minuti dal termine. Il finale è incandescente e pieno di rimpianti: la Rari difende bene, riparte e ha su rigore l’occasione per chiuderla. Cioccoloni - migliore in vasca per distacco - para e sul ribaltamento di fronte Petruzzi pareggia, vestendo i panni dell’eroe di giornata per la C.C. Lazio. È 9-9, con umori molto diversi dai due lati della vasca.

Il tabellino

C.C. Lazio: Cioccoloni, Cioli, Sotgiu 1, Bernacchia 1, Petruzzi 2, De Vecchis 1, Carosi 1, Piacentini, Fiorita, Fiorita, Stella 1, Martella 2, Perciballe. TPV: Davide Bini.

R.N. Frosinone: Brandoni, Ambrosini 2, Giacomozzi, Proietti, Ceccarelli 1, Esposito 1, D’Erme, Barberini 4 (1 rigore), Raffaeli, Orlandi, Mellacina 1, Mele, Droghini. TPV: Francesco Perillo.

Superiorità numeriche: C.C. Lazio 3/7, R.N. Frosinone 4/10 + 1/2 rigori.

Arbitro: Riccitelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

R.N. Frosinone, quanti errori! La C.C. Lazio pareggia nel finale

FrosinoneToday è in caricamento