menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Franzoni giacomo cap italia

Franzoni giacomo cap italia

Rugby League, il capitano dell’Italia Franzoni: «La sfida a Bara? Un grande test»

Manca circa un mese, ma il count-down è già iniziato. La macchina organizzativa della Federazione Italiana Rugby Football League (Firfl) si è già messa in moto e sta curando gli ultimi dettagli per l'attesissima sfida che si terrà il 16 maggio...

Manca circa un mese, ma il count-down è già iniziato. La macchina organizzativa della Federazione Italiana Rugby Football League (Firfl) si è già messa in moto e sta curando gli ultimi dettagli per l'attesissima sfida che si terrà il 16 maggio prossimo allo stadio delle "Tre Fontane" a Roma tra la Nazionale italiana di rugby a 13 e la celebre formazione di Bara (British Asian Rugby Association), fondata da una legenda del rugby league come Ikram Butt.

Una giornata completamente dedicata alla palla ovale con un concentramento di mini-rugby, un torneo Old e uno femminile e una dimostrazione Under 6 a precedere il grande evento internazionale che, oltre ad un forte significato di sport come integrazione tra i vari popoli, metterà in palio il trofeo "White Ribbon", simbolo della lotta contro la violenza sulle donne. Anche gli azzurri non stanno nella pelle e la conferma arriva dal capitano dell'Italia Giacomo Franzoni, terza linea che a giugno compirà 25 anni e che guiderà la Nazionale del commissario tecnico Ty Sterry. «Ci prepariamo ad affrontare un avversario di grande livello - spiega Franzoni - Dopo il test col Kenya della scorsa stagione, ci troveremo al cospetto di una squadra esperta, con grandi qualità e molto organizzata. Insomma un antagonista ideale per capire a che punto è arrivata la crescita della nostra Nazionale». Un'Italia che, anche rispetto alla bellissima esperienza dello scorso anno in Africa, arriverà all'appuntamento molto rinnovata. «Ci sono stati dei nuovi innesti che hanno contribuito ad alzare la qualità dell'Italia - conferma Franzoni - Ci serve ancora del tempo per affiatarci e creare le giuste intese, ma il percorso di crescita dell'intero movimento del rugby league e dello stesso campionato italiano che ha già visto l'ingresso di nuove squadre non potrà che far bene anche alla Nazionale. Siamo un gruppo giovane, ma siamo sulla strada giusta». Da giocatore del Perugia (squadra che milita nella serie A del rugby a 15) Franzoni fa un'ultima, importante sottolineatura. «Noto sempre maggiore interesse da parte dei miei "colleghi" verso il rugby league, interpretato come un modo molto interessante di tenersi in allenamento in estate e di allenare aspetti tecnici meno "stimolati" nel corso della stagione tradizionale. Per questo sono molto fiducioso che la crescita del rugby a 13 possa continuare e il test con Bara sarà una splendida occasione» conclude il capitano azzurro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento