A Cassino non riesce la rimonta nel finale: Rieti si conferma in testa al girone D1 e vince 88-83

Prossimo appuntamento per i cassinati sabato tra le mura amiche contro la Virtus Pozzuoli. Palla a due alle ore 18:00

Non riesce nell’impresa la formazione di coach Vettese, nell’incontro valevole per la 5° giornata del campionato nazionale di serie B girone D1, che esce dal campo sconfitta, dopo un avvio di gara con parecchia difficoltà e una rimonta emozionante nel quarto periodo, sui legni del palasport di Valmontone al cospetto della capolista Rieti, che supera i viaggianti con il risultato di 88-83.

Un risultato figlio di disattenzioni iniziali da parte di Grilli e soci, ma anche di un arbitraggio assolutamente insufficiente e di cui anche lo stesso presidente e direttore sportivo delle ‘V’ rossoblù, Leonardo Manzari, ha avuto modo di sottolineare a fine gara. Un metro arbitrale assolutamente non omogeneo per entrambe le squadre e più di qualche chiamata che ha influito non solo sul risultato finale, ma anche sull’andamento generale della partita. Per i padroni di casa, indiscussi protagonisti il duo Ndoja-Loschi, autori di due prestazioni mostre da 23 punti e 10 rimbalzi il primo, e da 18 punti il secondo; in tutti i modi, i giocatori cassinati hanno provato a limitare i veterani reatini, ma senza successo. Bene per coach Righetti anche Traini, bravo a gestirsi nonostante i problemi di falli per tutta la gara mettendo a referto 11 punti, Provenzani, Cena, il grande ex di giornata, e Di Pizzo, che crea numerosi extra possessi sotto le plance, consentendo ai suoi di segnare molte volte da tiri da seconde opportunità.

Alla Virtus, invece, non bastano un incontenibile Lestini, protagonista di serata con 24 punti in 40 minuti di utilizzo senza uscire mai dal campo, e le buone performance di Grilli e Rischia, con rispettivamente 23 e 15 punti, per portare a casa il match.
Fattore che ha senza dubbio inciso sul risultato finale, oltre alla profondità del roster di Righetti e le opzioni su cui la squadra reatina può contare, i rimbalzi catturati da ambo le squadre: 42-31 il parziale finale per i padroni di casa, con ben 16 palloni catturati nel pitturato offensivo per Rieti contro i soli 6 di Cassino.

Una sconfitta che ai nastri di partenza era stata certamente messa in conto, ma rimangono comunque, basi solide su cui ripartire per preparare la partita di dopodomani contro Pozzuoli, per i rossoblù, la buonissima reazione e le migliorie apportate nelle alchimie di gioco offensive. Da limare, al contrario, il dato delle palle perse, dei rimbalzi, per l’appunto, e della difesa, che concede nuovamente agli avversari quasi 90 punti.

Di seguito, il commento nel post-gara del Presidente e Direttore Sportivo cassinate, Leonardo Manzari: “Abbiamo assistito questa sera ad un arbitraggio, purtroppo, che ha lasciato molto a desiderare. Siamo stati notevolmente penalizzati da alcune decisioni sconcertanti che hanno condizionato il risultato finale. Stiamo patendo queste situazioni da inizio anno, siamo stanchi. Sono ancor di più amareggiato, perché i ragazzi sono stati grandissimi e capaci di sciorinare una buonissima prestazione, con tutti i nostri limiti, contro una squadra fortissima. Sono incazzato nero! Veniamo da una situazione pesante fuori dal campo con un lutto gravissimo (la morte del presidente della BPC, Donato Formisano, ndc) e i giocatori sono scesi in campo con la voglia e la grinta di onorare la maglia che indossano e con l’intenzione di portare a casa il match per fare una dedica speciale. Sono certo che faranno la stessa cosa con Pozzuoli, dove spero che ci venga consentito di giocarcela alla pari. Un plauso, di nuovo, alla mia squadra per l’impegno profuso. Devono continuare su questa strada e cercare di mettere in campo la stessa performance di quest’oggi, anche contro il team campano”.

Prossimo appuntamento, dunque, per i cassinati, sabato tra le mura amiche, contro la Virtus Pozzuoli. Palla a due alle ore 18:00.

Il tabellino
 

Real Sebastiani Rieti BPC Virtus Cassino 88-83

Parziali: 26-19, 21-14, 22-18, 19-32

Rieti: Ndoja 23 (4/7 da due, 4/10 da tre), Loschi 18 (1/3, 4/8), Provenzani 12 (3/6, 2/5), Traini 11 (3/5, 1/4), Cena 9 (2/5, 1/2), Casini 6 (3/4, 0/1), Diomede 5 (1/3, 1/2), Di Pizzo 4 (1/3; 0/0), Drigo 0 (0/1, 0/2), Kader, Toffoli, Sornoza. Coach: Righetti.

Tiri liberi: 13 / 18 – Rimbalzi: 39 15 + 24 (Di Pizzo 11) – Assist: 16 (Traini 4)

Cassino: Lestini 24 (5/6, 4/9), Grilli 23 (7/10, 1/1), Rischia 15 (5/9, 1/4), Visnjic 8 (2/6, 0/2), Fioravanti 7 (3/5 da due), Teghini 4 (0/2, 0/1), Rubinetti 2 (1/2, 0/1), Di Camillo, Gambelli, Rinaldi, Manojlovic. Coach: Vettese.

Tiri liberi: 19 / 23 – Rimbalzi: 27 6 + 21 (Visnjic 9) – Assist: 9 (Rischia 5)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Frosinone ancora una volta sotto i riflettori nazionali a livello enogastronomico: la Rai spiega il "metodo Dolcemascolo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento