Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Torrice, elezioni annullate. Assalti contro Santangeli: ‘Non ci sono stati brogli!’

‘È un fenomeno tipico dei paesi con infiltrazione camorristica’, sbotta l'ex sindaco del comune ciociaro, non escludendo azioni a tutela dell'integrità sua e dell'intera cittadinanza

 

Clima sempre più infuocato a Torrice a seguito dell’annullamento delle Elezioni Amministrative 2018. L’ex sindaco del comune ciociaro Mauro Assalti, preannunciando altresì eventuali azioni a tutela dell’integrità sua e dei suoi concittadini, replica con un video-intervento al competitor Alfonso Santangeli, il quale ha dichiarato che “la verità, alla fine, ha trionfato grazie all’attività svolta dall’Autorità Giudiziaria. Il Consiglio di Stato, infatti, è arrivato a definire opaco il quadro delle modalità nelle quali si è svolta la competizione elettorale del 2018, determinando l’annullamento di quel risultato per i brogli che sono stati compiuti”.

“Voglio ribadire che, per quanto riguarda le elezioni, non ci sono stati brogli - controbatte, invece, lo stesso Assalti - Non è stato proclamato Santangeli Sindaco. Il risultato non è stato ribaltato e i giudici, causa campagna mediatica che ha creato una cultura del sospetto, pure a parità di voti, hanno optato per un rifacimento delle elezioni per varie motivazioni non imputabili alla politica. Una sentenza che accettiamo ma che non condividiamo assolutamente”.

“L’avversario, invece, ha cavalcato le varie difformità, le varie anomalie e la parola ‘quadro opaco’, usata nella sentenza del Consiglio di Stato - si scaglia l’ex Primo Cittadino - Irregolarità la cui entità va dimostrata. Per quanto ne sappiamo, molti dei capi di accusa sono stati già oggetto di archiviazione all’esito delle indagini preliminari. Confidiamo in un’archiviazione totale. Tutto quello che è stato detto in questi giorni dall’avversario politico è stato ingigantito e falsificato, tipo ‘scheda ballerina’ come già illustrato al post del consigliere Augusto Ianni”.

“Noi logicamente prendiamo le distanze - afferma in conclusione - in quanto è un fenomeno tipico di paesi con infiltrazione camorristica, che mette in dubbio la correttezza dell’intera cittadinanza. I numeri della Sezione 4 tornano. Tutto documentato, scritto, verbalizzato. Siamo disposti a qualsiasi confronto. Ripeto, quindi, che a causa del sostanziale pareggio, per impossibilità di determinare un candidato vincitore, si è optato per nuove elezioni. Meglio, così i cittadini sapranno chi scegliere”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento