Cassino Cassino

Cassino, Forza Italia e noi con Salvini insieme per dire no alla riforma costituzionale

“Questa mattina presso la Sala Restagno del Comune di Cassino i rappresentanti provinciali di Forza Italia e di Noi con Salvini hanno tenuto una conferenza sulle Ragioni del No alla Riforma costituzionale del governo Renzi. Presenti i cordinatori...

"Questa mattina presso la Sala Restagno del Comune di Cassino i rappresentanti provinciali di Forza Italia e di Noi con Salvini hanno tenuto una conferenza sulle Ragioni del No alla Riforma costituzionale del governo Renzi. Presenti i cordinatori cittadini di FI e NCS, rispettivamente, Dino Secondino e Claudio Monticchio, i coordinatori provinciali dei due movimenti, Pasquale Ciacciarelli e Kristalia Rachele Papaevangeliu. A chiudere i lavori il consigliere regionale di Forza Italia e presidente della Commissione Riforme Istituzionali, Mario Abbruzzese.

"Abbiamo deciso di partire proprio da Cassino - ha detto in apertura Claudio Monticchio - insieme agli altri partiti del centrodestra, per dire NO a questa riforma centralista che il governo dei nominati vuole attuare calpestando, un diritto inviolabile e cioè quello del diritto di voto".

Il coordinatore cittadino di FI, Dino Secondino a posto l'accento su come questa riforma costituzionale proposta da un governo non eletto potrebbe indebolire l'Italia nel contesto Europeo.

"E' una riforma sbagliata che stravolgerebbe l'intero assetto costituzionale, - ha detto invece Kristalia Papaevangeliu - consentendo, visto e considerato che all'interno del provvedimento c'è anche la legge elettorale, ad un solo partito di ottenere una maggioranza schiacciante alla Camera. Il Senato sarà trasformato e depotenziato delle sue funzione senza competenze legislative rilevanti e soprattutto senza un risparmio degno di nota, come invece ci vuole far credere Renzi. Anche le Regioni saranno private di importanti competenze legislative e schiacciate dall'introduzione della clausola di supremazia".

"Dobbiamo lavorare affinchè questa barbarie nei confronti della nostra Costituzione non venga compiuta. - ha dichiarato Pasquale Ciacciarelli - Ci siamo già attivati con gazebo, incontri con i cittadini e momenti di confronto per riuscire a far capire a tutti che questa riforma costituzionale non ci sarà nessun risparmio e nessuna miglioria sulla nostra forma di Stato. A breve partiremo con un vero e proprio tour nella provincia di Frosinone".

Ad oggi il NO è al 52% e la forbice tende a salire verso il primo. - ha detto invece, Mario Abbruzzese - Noi vinceremo questa battaglia referendaria e manderemo a casa Renzi, ma non perchè sarà sconfitto, perchè ha governato male l'Italia. Il 90% dei costituzionalisti del nostro Paese sono contrari a questa Riforma. Dobbiamo impegnarci affondo perché il premier abusivo ha fatto formula un quesito per il referendum che inganna e noi abbiamo il compito di svelare l'ennesima messa in scena di Renzi. Questa è l'unica modifica costituzionale che contiene al suo interno una legge elettorale e che punta a far diventare l'Italia un "premierato assoluto". Una grande truffa per i cittadini italiani. Le funzioni attribuite al nuovo Senato, inoltre, sono ambigue e il modo di elezione dei nuovi senatori è totalmente confuso. Per non parlare del nuovo riparto di competenze tra Stato e Regioni, che, sicuramente, non porterà affatto alla diminuzione dell'attuale pesante contenzioso. Piuttosto lo aumenterà a dismisura".

Si sono aggiunti, poi al tavolo dei lavoratori anche il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D'Alessandro e il vice sindaco, Carmelo Palombo che hanno sottolineato come il No a questa "schiforma" deve essere deciso e determinato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, Forza Italia e noi con Salvini insieme per dire no alla riforma costituzionale

FrosinoneToday è in caricamento