menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frosinone, il Questore si complimenta con gli agenti di Fiuggi che hanno salvato uomo dal suicidio

Ricevuti dal Questore gli “Angeli” in divisa. Il dott. Santarelli si è complimentato con gli Agenti di Fiuggi autoridel salvataggio mozzafiato di un trentanovenne della città termale che aveva tentato il suicidio

Ricevuti dal Questore gli "Angeli" in divisa. Il dott. Santarelli si è complimentato con gli Agenti di Fiuggi autoridel salvataggio mozzafiato di un trentanovenne della città termale che aveva tentato il suicidio

Nella mattinata odierna il Questore di Frosinone Dott. Filippo Santarelli, ha ricevuto gli Assistenti Capo della Polizia di Stato Vincenzo LAPOMARDA e Walter D'ARPINO, entrambi in servizio presso il Commissariato di P.S. di Fiuggi.

Il dott. Filippo Santarelli ha voluto esprimere tutta la sua soddisfazione nei confronti degli Agenti, distintisi per prontezza d'azione e professionalità, in occasione del salvataggio di un uomo di trentanove anni, domiciliato nella Città Termale, che, tre giorni fa, aveva tentato di togliersi la vita.

Nella circostanza, determinante è stato anche il lavoro svolto oltre che dall'Arma dei Carabinieri nonché l'attività di coordinamento operata dalla Sala Operativa della Questura di Frosinone, motivo per cui stamane, oltre che con gli Agenti, il Questore ha voluto congratularsi anche con il dott. Di Franco.

Dopo aver udito direttamente dalla voce degli Agenti le modalità con le quali è stata condotta l'azione di salvataggio e la rituale stretta di mano, il dott. Santarelli si è impegnato affinché i due poliziotti possano vedersiattribuito il giusto riconoscimento premiale per la professionalità messa in campo nella circostanza.

FROSINONE, CLIENTE MOLESTO AGGREDISCE POLIZIOTTI: ARRESTATO

Nel pomeriggio di ieri arrivano su linea di emergenza 113 alcune telefonate di clienti di un bar della parte bassa città per richiedere l'intervento della Polizia di Stato.

I richiedenti lamentano la presenza di un avventore in evidente stato di ebbrezza che li sta molestando e minacciando immotivatamente.

Alla pattuglia delle Volanti giunta sul posto il titolare dell'esercizio commerciale racconta di aver richiestoal cliente molesto di allontanarsi e che per tutta risposta, prima di andarsene, aveva ricevuto dallo stesso minacce di aggressione fisicae di danneggiamento delproprio locale.

Sulla base della descrizione fornita dai numerosi testimoni, gli agenti rintracciano l'avventore all'interno di un altro bar nelle adiacenze.

Al momento della identificazione esplode la reazione dell'uomo, un cittadino rumeno, che non esita a far seguire alle minacce calci e pugni nei confronti degli operatori di polizia e della macchina di servizio.

Dopo aver bloccatol'aggressore gli agenti lo accompagnano in Questura dove lo stesso continua a tenere un comportamento violento.

Il quarantatreenne viene dunque immobilizzato ed arrestato; dovrà rispondere dinanzi all'autorità giudiziaria di oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità nonché di danneggiamento aggravato.

Sottoposto ai rilievi fotosegnaletici è emerso che il cittadinorumeno, con precedenti penali,era già stato fermato dalle Volanti nei giorni scorsi per avere tenuto un comportamento simile.

OBIETTIVO PREVENZIONE DELLA POLIZIA DI STATO A CASSINO. UN PERSONA DENUNCIATA E 4 PROPOSTE PER IL FOGLIO DI VIA OBBLIGATORIO

Sono circa le ore 22.00 di ieri quando personale delle Volanti del Commissariato di Cassino nota un'autovettura con quattro persone a bordo che procede a passo d'uomo in pieno centro cittadino tra Corso della Repubblica e Viale Dante.

Alla vista degli operatori, l'autovettura inverte repentinamente la marcia e si dirige verso la S.S. 630, in direzione del casello autostradale.

Dopo un breve inseguimento gli agenti bloccano l'auto ed identificano gli occupanti, tutti originari del napoletano con a carico numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, commessi in diverse regioni.

I quattro non sono in grado di fornire agli operatori di polizia spiegazioni circa la loro presenza a Cassino e pertanto sono stati proposti al Questore di Frosinone per l'emissione del foglio di via obbligatorio.

Gli agenti dopo avere, inoltre, accertato che il conducente dell'auto non ha la patente di guida al seguito poichégli è stata revocata, hanno proceduto alla sua denuncia per il reato di"guida con patente di revocata", mentre l'auto è stata sequestrata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento