Sabato, 16 Ottobre 2021
Cassino Cassino

Isola del liri, vecchietta arzilla beccata alla guida abbastanza “allegra” stessa sorte è toccata ad un 49enne di Pontecorvo

Ad  Isola del Liri i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sora, nell’ambito di servizio preventivo, denunciavano una 65enne che, controllata alla guida della sua autovettura,  si mostrava in evidente stato di alterazione...

Ad Isola del Liri i Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sora, nell'ambito di servizio preventivo, denunciavano una 65enne che, controllata alla guida della sua autovettura, si mostrava in evidente stato di alterazione psicofisica, rifiutando di sottoporsi ad accertamenti per verificare lo stato ebbrezza alcolica. Il documento di guida veniva ritirato e l'autovettura sottoposta a sequestro. A Pontecorvo i militari dell'Aliquota Radiomobile della locale Compagnia, nel contesto delle attività finalizzate al controllo della circolazione stradale, deferivano un 49enne alla competente A.G. responsabile del reato di "guida in stato di ebbrezza". L'uomo, controllato alla guida della propria autovettura, risultava positivo al test dell'etilometro, evidenziando un tasso alcolemico pari a tre volte il limite consentito dalla legge. Nel medesimo contesto operativo il prevenuto veniva segnalato alla competente Autorità Amministrativa, ai sensi dell'Art.218 Co.6, poiché sorpreso alla guida con patente sospesa di validità per mesi sei dal Prefetto di Frosinone. Si procedeva, altresì, al sequestro amministrativo del veicolo.

CASSINO, ACQUISTA COLLIER CON ASSEGNA RUBATI IN FRANCIA

Decorso 25 novembre in Cassino i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di indagini, denunciavano in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Cassino, per il reato di truffa V.E., pensionato, già censito per analoghi reati. Il predetto pagava con assegno circolare l'acquistato un collier ed un bracciale in oro giallo presso una nota gioielleria di Cassino, del valore di euro 2.200,00. Il commerciante, dopo aver versato il titolo presso il suo istituto di credito, veniva richiamato dal direttore poiché l'assegno risultava essere stato denunciato rubato in Francia. Le indagini svolte dai militari operanti, consistenti nel sottoporre al denunciante le effigi fotografiche di vari soggetti che avevano agito con lo stesso modus operandi, consentivano di individuare ed identificare l'autore della truffa riconosciuto dalla vittima.

SAN GIOVANNI INCARICO, DENUNCIATO IL CACCIATORE CHE AVEVA IMPALLINATO IL COMPAGNO DI CACCIA

A San Giovanni Incarico i militari della locale Stazione, in collaborazione con i Carabinieri dell'Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo, deferivano alla competente A.G. un 56enne responsabile del reato di "lesioni personali colpose". I militari operanti nel pomeriggio del 26 novembre scorso, intervenivano in San Giovanni Incarico presso un'azienda faunistica venatoria in quanto un 63enne, nel corso di una battuta di caccia al cinghiale, veniva accidentalmente colpito da un colpo di fucile. Nel contesto delle attività info-operative svolte dai militari operanti, emergeva che il 56enne, con l'intento di colpire due cinghiali, esplodeva due colpi dalla propria carabina che raggiungevano, accidentalmente, il torace il compagno di caccia. Il malcapitato elitrasportato presso l'ospedale civile Umberto I di Roma, veniva ricoverato in prognosi riservata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isola del liri, vecchietta arzilla beccata alla guida abbastanza “allegra” stessa sorte è toccata ad un 49enne di Pontecorvo

FrosinoneToday è in caricamento