rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Acuto Piglio

Anagni-Paliano-Piglio-Acuto, denunciate cinque persone e deferite otto durante i controlli

Continuano ininterrottamente  i servizi  preventivi disposti dal Comando Compagnia Carabinieri di Anagni nel territorio di competenza, tesi sia  a contrastare la commissione dei reati in genere che a garantire maggiori standard di sicurezza ai...

Continuano ininterrottamente i servizi preventivi disposti dal Comando Compagnia Carabinieri di Anagni nel territorio di competenza, tesi sia a contrastare la commissione dei reati in genere che a garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini. Infatti, nel corso delle notti del 22 e 23 maggio u.s., il personale dei Comandi Stazione dipendenti e del NORM, hanno svolto mirati servizi per il controllo del territorio, tesi a prevenire i reati contro il patrimonio, il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti nonché prevenire le infrazioni al Codice della Strada, in particolare la "guida sotto l'effetto di sostanze alcoliche/psicotrope", attraverso un massiccio controllo alla circolazione stradale, sulle principali arterie e snodi di comunicazione, in prossimità dei caselli autostradali dell'A1, delle Stazioni Ferroviarie oltre che nei pressi di locali pubblici, maggiormente frequentati da giovani. L'imponente dispositivo preventivo, ha permesso di deferire in stato di libertà nr. 5 (cinque) persone, di segnalarne altre 5 (cinque) per "detenzione di stupefacenti per uso personale non terapeutico", nonché di inoltrare otto proposte per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio.

In particolare:

  • in Sgurgola, personale del locale Comando Stazione, al termine di specifica attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà per furto aggravato, un 41enne, un 50enne ed un49enne, tutti residenti in quel centro. Le indagini svolte nelle abitazioni dei suddetti, permettevano ai militari di accertare la manomissione dei sigilli di chiusura apposti sui contatori del gas metano, per morosità, dalla società erogatrice "2i RETE GAS" avente sede legale a Milano;
  • in Paliano, veniva deferito in stato di libertà, alla competente A.G. un 50enne del luogo, poiché trovato in possesso di un coltello di genere proibito, sottoposto a sequestro;

  • in Anagni, il personale del NORM deferiva in stato di libertà 22enne di Artena, per "guida in stato di ebbrezza alcoolica";
  • in Piglio e Acuto, un 22enne di Paliano, un 18enne ed un 22enne di Anagni, un 44enne ed un 18enne di Piglio, venivano segnalati alla Prefettura di Frosinone poiché trovati in possesso di sostanza stupefacente destinata ad uso personale non terapeutico. In tale contesto, venivano sequestrati diversi grammi di sostanza stupefacente.
Inoltre nell'ambito della stessa attività, venivano sottoposte a controllo numerose persone e, nei confronti di otto di esse, ricorrendone i presupposti di Legge , venivano avanzate altrettante proposte per l'applicazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio in quanto , sorpresi nei pressi di obiettivi sensibili, non riuscivano a giustificare la propria presenza VEROLI, VIAGGIAVANO SU DI UN QUAD SENZA ASSICURAZIONE DENUNCIATI PER RESISTENZAPersonale del N.O.R.M. - Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alatri, congiuntamente ai militari del locale Comando Stazione Carabinieri di Verolideferivano in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, un 49enneed un 19ennedel luogo poichè resisi responsabili dei reati di "resistenza e violenza a. P.U. in concorso" . I predetti, nel corso delle operazioni relative al sequestro amministrativo di un quadriciclo tipo "quad" poiché sprovvisto della copertura assicurativa, con violenza e minaccia ostacolavano i militari operanti nel compimento della predetta attività. Sempre il personale del N.O.R.M.- Aliquota Radiomobile della Compagnia di Alatri, nell'ambito di un servizio per il controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, controllavano ed identificavano, un 56enne ed una 30enne di nazionalità romena, domiciliati rispettivamente a Sora e presso un campo nomadi della Capitale mentre, con fare sospetto e senza giustificato motivo, si aggiravano nei pressi di obiettivi sensibili siti nel predetto centro. Nei confronti dei predetti, ricorrendone i presupposti, veniva inoltrata proposta per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di far ritorno nel comune di Veroli per anni tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni-Paliano-Piglio-Acuto, denunciate cinque persone e deferite otto durante i controlli

FrosinoneToday è in caricamento