menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
acqua-potabile

acqua-potabile

Nord Ciociaria, le bollette dell'ACEA ATO 5 arrivano in ritardo e con la mora. Cittadini infuriati

Gli obbrobri dell’Acea Ato 5. Così li hanno definiti alcuni cittadini-utenti che invece di ricevere le bollette per il pagamento dell’acqua pubblica hanno ricevuto un invito ad andare ad Anagni per ritirare la bolletta ed una volta arrivati li...

Gli obbrobri dell'Acea Ato 5. Così li hanno definiti alcuni cittadini-utenti che invece di ricevere le bollette per il pagamento dell'acqua pubblica hanno ricevuto un invito ad andare ad Anagni per ritirare la bolletta ed una volta arrivati li, hanno trovato anche la mora.

A Serrone, ad esempio, un cittadino li ha sollecitati telefonicamente ma poi è dovuto andare ad Anagni a ritirarla con la mora. E' davvero una storia incredibile quella che sta scrivendo in questi giorni il sistema della bollettazione di Acea Ato 5 il gestore dell'acqua pubblica entrato nel mercato da qualche anno nel Nord della Ciociaria. Ad Anagni ci sono degli utenti che hanno ritirato il bollettino postale con la mora applicata perché la bolletta era già scaduta. Quanto accaduto con le bollette dell'acqua pubblica non solo sfiora il ridicolo, ma addirittura, per certi versi, ha del drammatico. Perché le bollette di settembre scorso ad esempio, che dovevano arrivare entro novembre sono arrivate nel nuovo anno, ovviamente con la mora.

Ma l'assurdo sta nel fatto che gli utenti di Serrone, Piglio, Acuto e Fiuggi e di altri paesi si sono visti recapitare un avviso con il quale sarebbero dovuti andare a ritirare la bolletta dell'Acea Ato 5 nella vicina Anagni, spendendo soldi per la benzina, fare una lunga fila, e perdere una mattinata per ritirare un bollettino postale con la mora sopra. Questi utenti, inoltre, sono dovuti andare in un un ufficio privato, che ha consegnato loro, già fuori tempo massimo, la bolletta scaduta con l'applicazione della mora.

Il caos regna sovrano all'interno di Acea ATO 5 e nonostante gli incontri tra le associzioni dei consumatori ed il Presidente provinciale Pompeo la situazione resta molto grave.

L'Acea deve fare in modo che le bollette siano emesse in tempo giusto con scadenza bimestrale e magari potrebbe anche inviarle con la posta elettronica certificata cosi da far risparmiare gli utenti finali ed inoltre deve migliorare il servizio di assistenza guasti perchè passano troppi giorni per le riparazioni.

Giancarlo Flavi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento