Nord CiociariaToday

Torre Cajetani, il GAL si presenta con un attivo del 110percento di spese

Nei cinque anni di gestione Rondinara il GAL Monti Ernici- Simbruini ha realizzato 61 progetti per svariati milioni di euro tra pubblico e privato ed è l’unico con una spesa al 110percento percento di quanto finanziato.

Gal Torre Cajetani 18 Sindaci in prima fila

Nei cinque anni di gestione Rondinara il GAL Monti Ernici- Simbruini ha realizzato 61 progetti per svariati milioni di euro tra pubblico e privato ed è l’unico con una spesa al 110percento percento di quanto finanziato.

A testimoniare questa tesi due autorevoli funzionari della Regione Lazio i Dottori Aleandri e Leoncelli che hanno illustrato il PSR del 2014 – 2020 che però deve ancora partire, illustrandone le linee generali, per il quale vi sono stati stanziati dall’Europa ben 800 milioni di Euro e che prevede numerose agevolazioni soprattutto per l’agricoltura.

Questo è quanto emerso dalla relazione presentata dal Dott. Rondinara, presso la rinnovata struttura delle fontanelle, per completare l’opera ha fatto "arrivare" la bella somma di euro 270.000, come ha poi testimoniato il sindaco di Torre Cajetani Maria Letizia Elementi che, nel portare i saluti del suo paese e degli altri colleghi di Alatri, Acuto, Fiuggi, Collepardo e Vico nel Lazio, ha tenuto a ricordare che lo stabile rappresenta la storia di Torre Cajetani, poiché Bonifacio VIII, non poteva essere andato a Fiuggi, ma alle fontanelle dei parenti Cajetani di Torre, opera realizzata dal Sig. Ambrosetti nel secolo scorso, poi nel ventennio fascista si creò il bacino di Fiuggi e le fontanelle furono quasi abbattute. Poi grazie all’intervento dell’assessore all’urbanistica Zaratti, ci fu un finanziamento di 700.000 euro con il sindaco Fagiolo, che diede vita alla ristrutturazione del complesso Le Fontanelle, oggi facente parte del parco del Lago di Canterno, anche perché questa acqua finisce direttamente nel lago. In futuro si pensa di farlo gestire ad una cooperativa composta da ragazzi locali perchèè davvero molto appetibile. Inoltre è stato presentato anche un filmato, realizzato dal nostro Filippo Rondinara, di una quarantina di minuti che ha illustrato tutte le opere del GAL.

Infine c’è stata un’ampia degustazione di prodotti presentati da Chalet 80, il noto ristorante di Torre, che il 13 prossimo farà una grande serata di degustazioni dei prodotti del Lago.

GAL che attende l’ingresso di Piglio, Serrone, Trevi nel Lazio e Filettino e forse anche di Anagni facendo un’altra grande eccezione dopo quella di Alatri, anche perché i GAL sono nati per dare sviluppo ai piccoli comuni, essendo un organismo pubblico-privato che serve come strumento di servizio per incrementare il turisno e l'agricoltura del territorio interessato.

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Colleferro, passata l’euforia per Amazon e Leroy Merlin, arrivano i licenziamenti ed i dubbi sulla sostenibilità ambientale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento