menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sora, identificato l’autista che ha ucciso Franco Gemmiti con la sua auto. Voleva far accusare la convivente

Sora, i Carabinieri del NORM della locale Compagnia, al termine di minuziosa  attività investigativa, identificavano  l’autore  dell’incidente stradale avvenuto nella serata del 17 agosto 2015 in Sora  in cui decedeva il 65enne GEMMITI Franco.

Sora, i Carabinieri del NORM della locale Compagnia, al termine di minuziosa attività investigativa, identificavano l'autore dell'incidente stradale avvenuto nella serata del 17 agosto 2015 in Sora in cui decedeva il 65enne GEMMITI Franco. Per tale sinistro venivano denunciati due conviventi residenti nel sorano. L'uomo 44enne dopo aver causato l'incidente stradale mortale, si allontana dal luogo del sinistro per recarsi presso la propria abitazione ove prelevava la convivente 47enne convincendola a mettersi alla guida dell'autovettura ed a tornare sulla scena dell'evento per sostenere innanzi ai militari operanti di essere stata lei, alla guida del mezzo, a causare il sinistro mortale. Atteso che la dinamica del sinistro non era chiara già ai primi rilievi posti in essere dai militari operanti si procedeva nell'immediatezza ad accertamenti etilometrici sulla donna e sull'uomo, dai quali emergeva che il 44enne presentava un tasso alcolemico superiore al limite consentito dalla normativa vigente e con la patente di guida scaduta e mai rinnovata. Per quanto sopra la donna veniva deferita in stato di libertà per "autocalunnia e favoreggiamento personale" mentre l'uomo veniva deferito per "omicidio colposo, fuga in caso di incidente con danno alle persone, omissione di soccorso alle persone ferite e guida in stato di ebrezza".

ALATRI, ARRESTATO 27 I FLAGRANZA PER EVASIONE DAI DOMICILIARI

Alatri, i militari della locale Stazione, traevano in arresto nella flagranza di reato di "evasione dagli arresti domiciliari" un 27enne del luogo. Il predetto, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari per il reato di furto aggravato, nel corso di un controllo non risultava presente presso il proprio domicilio. Le immediate ricerche consentivano di rintracciare il medesimo presso l'abitazione di un altro pregiudicato

Ceprano, denunciato un 30enne per furto di mezzi di movimenti terra

Ceprano, i militari della locale Stazione, Compagnia di Pontecorvo, deferivano alla competente A.G. un 30enne del posto poiché ritenuto responsabile del reato di "furto aggravato". Il predetto, durante la decorsa notte, nel comune di Ceprano aveva asportato da alcuni automezzi adibiti alla movimentazione terra e utilizzati in un vicino cantiere per opere stradali nr. 4 batterie e circa 100 (cento) litri di gasolio. Da successiva perquisizione, eseguita presso l'abitazione dell'indagato, i militari procedenti rinvenivano le batterie asportate, già restituite agli aventi diritto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento