Nord CiociariaToday

Fiuggi, il Preside Giancinto Cerrito lascia l'alberghiero e saluti tutti nella tradizionale cena

Con la partecipazione del Prefetto di Frosinone Dott.ssa Emilia Zarrilli, del Sindaco Fabrizio Martini, del Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi,  si è svolta la cena di gala del terzo anno che è

Con la partecipazione del Prefetto di Frosinone Dott.ssa Emilia Zarrilli, del Sindaco Fabrizio Martini, del Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone, Giuseppe Patrizi, si è svolta la cena di gala del terzo anno che è

stata questa l’occasione per il Preside Prof. Giacinto Cerrito per salutare tutti, prima di andare a godersi il meritato riposo dopo tantissimi anni di insegnamento.

Una cena dove ha trionfato la cucina ciociara e dove i ragazzi hanno potuto mettere in mostra la loro preparazione nei vari servizi come cuochi, camerieri e ricevimento.

Un’ultima lezione pratica che ha ricevuto i complimenti dal Prefetto Zarrilli e che ha esaltato la preparazione di questo importante istituto ciociaro ed ha parlato di eccellenza di un pubblico servizio sito in Ciociaria e più in particolare a Fiuggi, sede naturale per questo Istituto. Il Commissario Provinciale Giuseppe Patrizi, dopo aver fatto il giro degli istituti ciociari, ha ancora una volta evidenziato, non solo la qualità dei prodotti, ma soprattutto la qualità dei servizi, anche in considerazione degli importanti lavori di ristrutturazione che si stanno facendo ad opera proprio della Provincia.

Infine il sindaco di Fiuggi Fabrizio Martini che ha insistito sul fatto che si debbono richiamare in città tutte le persone che hanno studiato nell’istituto alberghiero Fiuggino per fare un grande raduno ed ha ringraziato il preside Cerrito per la collaborazione data all’amministrazione Comunale.

Il Prof. Cerrito ha ringraziato tutti i commensali.“Ho vissuto con autentica curiosità la vita di questo grande istituto Alberghiero, con tutte le sue complessità. Con voi studenti ho scoperto cose nuove e molte sono le domande che nel tempo mi sono posto. Ma quella che maggiormente mi assilla è il senso della precarietà del momento che stiamo vivendo e le incerte prospettive del futuro, confortato, però, dalla speranza che la vostra formazione vi sia utile per superare le tante difficoltà. Oggi stiamo festeggiando il primo traguardo del vostro percorso scolastico, la qualifica triennale. Sono convinto e consapevole che sarete capaci di esercitare finalmente un ruolo da protagonisti. Questo è confermato dai tanti concorsi vinti quest’anno e che hanno premiato il vostro impegno, la vostra fantasia e l’aver saputo cogliere gli insegnamenti dei vostri docenti. Alcuni: Oleum Sapiens città di Spoleto con la finale nazionale a Parma. La mia impresa è differente con la BCC di Paliano. La Basilicata a Tavola - Città di Melfi. Noi come scuola- ha concluso il massimo rappresentante scolastico di Fiuggi- abbiamo cercato di rinnovarci continuamente cercando nuove prospettive occupazionali per dare risposte concrete ai bisogni. Chiudo questo mio saluto con gli auguri più cari e con la speranza che non vi lasciate ingannare dai facili immediati guadagni ma che cerchiate di raggiungere con lo studio vette sempre più alte”.

Infine il Prof Cerrito ha voluto ringraziare i Prof. Rea, Femia, Frioni, Verdecchia per la sala Amati, De Vecchis e Pulcrano per il ricevimento Rolaci.

Numerose le personalità intervenute alla cerimonia di chiusura dell’anno scolastico dal Dott.Sergio Vassalli (Commissario P.S. Fiuggi), dal Capitano Antonio Contente della Compagnia di Alatri accompagnato dal maresciallo di Fiuggi, dal Tenente della Finanza Domenico La Marta, lo chef Marco Graziosi ( presidente della federazione Ciociara Cuochi) che ha tenuto gli scrutini ai ragazzi e tanti altri amici che non sono voluti mancare a cominciare da rappresentanti dell’acqua Fiuggi Dott. Battisti dello Stabilimento e il Presidente di ATF Francesco Pannone.

Che dire della cena, non vorremmo far venire l’acquolina in bocca a nessuno però tutto ha avuto inizio nell’atrio esterno dell’Istituto dove i ragazzi hanno preparato un ricco buffet fatto di pizzette, sfoglie alle acciughe e al wurstel, rotolo di verdure, fritti di melanzane, zucchine, peperoni, bignole di pasta, tartine, pane arrotolato, panzanella, Seppie e zucchine, polipo e Patate, salame e ricotta, ceci e Baccalà, Crostini di polenta al formaggio, Formaggi con mostarde di nostra produzione, Salumi ed affettati della Ciociaria. Basterebbe questo, invece a tavola hanno servito: Stringhetti alla Vignarola; Raviolo farcito con crema di melanzane e ricotta di bufala in salsa di pendolini e guanciale. Sella di vitello lardellata ai fiori di rosmarino con patate duchessa e tagliatelle di verdure all’olio fruttato. Gelato alla cannella con frutti di bosco e una impareggiabile torta con panna vegetale. Il tutto innaffiato dai vini Prosecco D.O.C.G. Villa Jolanda Santero; Bianco Vermentino I.G.T. MaremmAlta, Ratafia ciociara Colazingari, molte le varietà di pane al mais, pane alle noci, Focaccia al Rosmarino, Pane alle olive, Pane integrale, ovviamente tutto preparato dai ragazzi.

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

  • Frosinone ancora una volta sotto i riflettori nazionali a livello enogastronomico: la Rai spiega il "metodo Dolcemascolo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento