Nord CiociariaToday

Frosinone, commercio estero e turismo dati positivi in provincia Pigliacelli: “segnali di vitalita’”

Il commercio estero rappresenta uno dei principali (se non il principale) punto di forza dell’economia provinciale, derivante storicamente dalla struttura economica, formatasi a partire dagli anni ’60 e basata allora su una presenza molto...

Il commercio estero rappresenta uno dei principali (se non il principale) punto di forza dell’economia provinciale, derivante storicamente dalla struttura economica, formatasi a partire dagli anni ’60 e basata allora su una presenza molto consistente di grandi imprese, ma che con il tempo, parzialmente ridotto il peso delle aziende di grandi dimensioni, è diventato elemento trainante anche per un nucleo di imprese medio-piccole con notevoli capacità di tenuta sui mercati esteri.

Nell’ambito della documentazione statistica prodotta per la giornata dell’economia 2016, l’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Frosinone ha predisposto alcuni Report dai quali emerge che il commercio rimane un punto di forza imprescindibile dell’economia della provincia di Frosinone.

Cominciamo dalle importazioni: nel 2014 il valore globale in euro in provincia di Frosinone è stato di 4.342.997.306 euro, mentre nel 2015 è arrivato a quota 5.848.554.986. Mentre sul versante delle esportazioni, nel 2014 il valore era pari a 4.554.400.840 euro. Nel 2015 si è arrivati a 4.943.828.688 euro. I più importanti paesi di destinazione delle esportazioni provinciali sono Francia e Germania, Belgio, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti, Romania, Polonia, Paesi Bassi e Svezia.

Mentre sul versante dell’import, i Paesi con i quali si sviluppa il maggior volume di affari sono gli Stati Uniti, l’Irlanda, la Germania, la Romania, la Polonia, la Repubblica Ceca, la Francia, il Belgio, la Spagna e il Regno Unito.

Tra le prime categorie di merci importate ed esportate figurano settori industriali con imprese di grandi dimensioni (chimico-farmaceutico, auto), ma anche distretti o sistemi produttivi locali o settori manifatturieri con forte presenza di imprese piccole e medie (meccanica, cartario, tessuti).

Risultati interessati emergono quando vengono messi a confronto gli indicatori della “propensione all’export” e del “grado di apertura sui mercati esteri” per la provincia di Frosinone e le altre province laziali, per il Lazio e per l’Italia. I dati sono eccellenti. Per la propensione all’export 49,3 per la provincia di Frosinone rispetto all’11,9 del Lazio e al 28,2 dell’Italia.

Per il grado di apertura sui mercati esteri 107,6 per la provincia di Frosinone rispetto al 29,6 del Lazio e al 53,3 dell’Italia. Lo studio prende in considerazione alcuni dati sul turismo, dai quali emerge come l’attrattività turistica, pur non essendo il principale elemento di traino dell’economia provinciale, ha comunque acquisito negli anni un ruolo significativo e non trascurabile, con 400.000 arrivi (di cui oltre 150.000 stranieri) e oltre 1.000.000 di presenze negli esercizi turistici nel 2014. Più nel dettaglio, la situazione è la seguente. In provincia di Frosinone nel 2015 (la fonte è l’Istat) ci sono stati 400.274 arrivi: 242.644 dall’Italia, 157.630 dall’estero. Mentre, sul versante delle presenze totali, la situazione è questa: 1.052.157 presenze: 698.570 dall’Italia, 353.587 dall’estero.

Il presidente della Camera di Commercio Marcello Pigliacelli dice: “Il raffronto tra i dati fa emergere dappertutto il segno positivo. E questo naturalmente è un segnale da sottolineare, perché significa sia che la nostra economia dà segnali di vitalità anche in tempi di crisi, sia che ci sono moltissime aziende virtuose, capaci di produrre eccellenze, di stare sui mercati nazionali e internazionali da protagoniste e di interagire (import-export) con tutti i Paesi, ad ogni latitudine. Il commercio è un punto di forza enorme e di questo siamo orgogliosi. L’attrattività turistica si dimostra buona e questo conferma che sul settore bisogna investire”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento