Nord CiociariaToday

Frosinone, maggiore collaborazione tra ABI e Forze dell’ Ordine. Vertice in Prefettura per la Costituzione del Comitato di prevenzione alle truffe

Presso la Prefettura UTG di Frosinone, si è svolta la prima riunione del Comitato per la prevenzione delle truffe finanziarie, che ha l’ obiettivo di ampliare e rafforzare la collaborazione e le sinergie in termini di prevenzione e contrasto al...

Presso la Prefettura UTG di Frosinone, si è svolta la prima riunione del Comitato per la prevenzione delle truffe finanziarie, che ha l’ obiettivo di ampliare e rafforzare la collaborazione e le sinergie in termini di prevenzione e contrasto al fenomeno criminoso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ incontro si è svolto in un clima di grande disponibilità e impegno a collaborare per mettere a punto una serie di iniziative di grande rilevanza sociale per il territorio.

In particolare, in base a quanto previsto dal protocollo sottoscritto da ABI e Ministero dell’ Interno, il Comitato di Coordinamento, presieduto dal Prefetto, è costituito da un membro della Commissione Regionale ABI Lazio e dai Rappresentanti delle Forze dell’Ordine. Ancora più dialogo e collaborazione, quindi, tra Prefetture, Banche e Forze dell’ordine, insieme per prevenire il fenomeno delle truffe nella provincia di Frosinone, in special modo quelle di natura finanziaria ai danni degli anziani e di quanti sul territorio hanno una scarsa educazione finanziaria. Le attività del Comitato riguarderanno in particolare: precauzioni specifiche da adottare quando si preleva contante o si fanno operazioni allo sportello; suggerimenti e piccoli accorgimenti per usare in tutta sicurezza internet, mobile banking e sportelli automatici; numeri utili e comportamenti da adottare in caso di frode, furto o smarrimento delle carte di pagamento, ecc.; possibili eventi e incontri di formazione da organizzare a Frosinone sui temi della sicurezza antifrode e dell’educazione finanziaria. Grazie all’attento monitoraggio e al contributo delle Forze dell’Ordine e delle banche che operano nella provincia, infine, il Comitato avrà a disposizione una mappa sempre aggiornata di tutti gli eventuali nuovi fattori di rischio che possano tradursi in eventi criminosi e di tutte le buone pratiche da mettere a sistema nel territorio di Frosinone. “La collaborazione tra Banche, Istituzioni e Forze dell’Ordine – ha detto il Segretario della Commissione Regionale Abi Lazio, Paladini – non nasce certamente oggi. Soprattutto sul territorio, infatti, l’impegno e il confronto continuo con gli interlocutori istituzionali e le forze di polizia, che quotidianamente lavorano per rendere la provincia di Frosinone sempre più sicura, continua a dare risultati importanti nell’azione di contrasto e prevenzione di fenomeni criminali come frodi finanziarie e informatiche, furti e rapine. E tuttavia, iniziative come questo nuovo Comitato sono importanti perché ci ricordano, una volta di più, che non si può abbassare la guardia, continuando a lavorare insieme per tutelare il bene comune della sicurezza”. “Le truffe finanziarie sono un problema attuale e diffuso, una vera e propria emergenza che in questi ultimi anni è divenuta sempre più oggetto di attento esame da parte di tutte le Istituzioni Competenti, con lo scopo per addivenire a possibili idonee risoluzioni, con riferimento soprattutto agli strumenti giuridici ma anche alle strategie operative di intervento. Vista la particolare rilevanza degli argomenti affrontati, auspico, come Prefetto, figura di raccordo tra le diverse componenti che operano sul territorio, che dalla costituzione del Comitato possa emergere una rafforzata realtà di prevenzione e contrasto, auspicando soluzioni sempre più condivise e quindi maggiormente incisive, tali da contribuire al raggiungimento della repressione del fenomenologia criminosa” – ha dichiarato la Dottoressa Zarrilli. Per tali motivi, si è convenuto di programmare, a partire già dal prossimo settembre, una serie di iniziative ed incontri, da sviluppare e metter a fattor comune, al fine di fornire informazioni utili a contrastare tale problematica, favorendo, attraverso un percorso condiviso, una maggiore consapevolezza dei risparmiatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento