Nord CiociariaToday

Monte S.G. Campano, 50enne beccato alla guida ubriaco e senza assicurazione

A  Monte San Giovanni Campano, personale del locale Comando Stazione Carabinieri,  al termine di specifica attività info-investigativa, deferiva in stato di libertà, alla competente A.G., un 50enne del luogo,

Monte S.G. Campano, 50enne beccato alla guida ubriaco e senza assicurazione

A Monte San Giovanni Campano, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, al termine di specifica attività info-investigativa, deferiva in stato di libertà, alla competente A.G., un 50enne del luogo,

poiché resosi responsabile del reato di “guida in stato di ebbrezza alcolica”, aggravato dall’aver causato un sinistro stradale. Il predetto, rimaneva coinvolto in un sinistro stradale e, successivamente, sottoposto ad accertamenti sanitari presso l’ospedale di Sora, veniva trovato positivo agli accertamenti etilometrici, con i quali si accertava che aveva un tasso alcolemico notevolmente superiore ai valori consentiti dalla norma vigente (2,20 g/l) . Contestualmente, gli veniva ritirato il documento di guida mentre, il ciclomotore con cui viaggiava veniva sottoposto sotto il vincolo del sequestro in quanto sprovvisto della prevista copertura assicurativa.

SORA, 55ENNE ROMANO È STATO DENUNCIATO PER RIFIUTO DI SOTTOPORSI AD ACCERTAMENTO

In Sora, personale del N.O.R.M. - Aliquota Radiomobile del locale Comando Compagnia Carabinieri, denunciava un 55enne, residente nella capitale, poiché resosi responsabile di reati di “ rifiuto di sottoporsi ad accertamento per appurare lo stato di ebbrezza alcolica - circolazione con patente di guida sospesa”. Il predetto, controllato in quel centro alla guida di un’autovettura si mostrava in evidente stato di alterazione psicofisica e, successivamente, si rifiutava di sottoporsi ad accertamenti per la verifica dello stato di ebbrezza alcolica. Nel medesimo contesto, inoltre, i militari operanti appuravano che il documento di guida gli era stato sospeso per mesi tre dalla Prefettura di Frosinone a decorrere dal 19.08.2016, procedendo al sequestro dell’autovettura

PICINISCO, ARRESTATO 47ENNE DI VILLA LATINA PER DETENZIONE ILLEGALE DI ARMI

Nella giornata odierna, nell’ambito delle continue attività predisposte dal Comando della Compagnia di Cassino e coordinate dal Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, tese a contrastare il fenomeno del bracconaggio, attraverso serrati controlli nei confronti dei detentori di armi da caccia e di persone di interesse operativo, residenti nella Valle di Comino, personale del Comando Stazione Carabinieri di Picinisco, traeva in arresto, un 47enne di Villa Latina (già censito per analoghi reati e contro la persona) poiché colto nella flagranza dei reati di “detenzione illegale di armi e detenzione abusiva di esplosivi”. Inoltre, durante una perquisizione domiciliare, eseguita dal predetto personale Arma coadiuvato da personale del Comando Stazione di Atina presso un capannone di proprietà del suddetto, venivano rinvenute n. 2 bombe carta del peso di grammi 142,19 nonché n. 21 pezzi di polvere da sparo compressa, del peso di grammi 97, 00. Inoltre, nel corso della successiva perquisizione eseguita nell’’abitazione di residenza sita in Villa Latina, gli operanti rinvenivano altresì, , nr. 248 cartucce di vario calibro., occultati all’interno del garage. Quanto rinvenuto veniva posto contestualmente sotto il vincolo del sequestro. L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, così come disposto dalla competente ’A.G, .in attesa del rito direttissimo che sarà celebrato nelle prossime 48 ore.

VILLA LATINA, DEFERITO UN 50ENNE PER OMESSA DENUNCIA DI MATERIALE ESPLODENTE

Nell’ambito della medesima attività preventiva, sempre in Villa Latina, gli stessi operanti deferivano in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Cassino, un 56enne del luogo, regolarmente in possesso di porto di fucile uso caccia, poiché resosi responsabile dei reati di” omessa denuncia di materiale esplodente e detenzione illegale di munizioni”. Infatti, nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita all’interno di un’abitazione sita in piccola frazione del citato comune, rinvenivano nr. 26 cartucce a palla - elica cal. 12 e nr. 32 cartucce a pallettoni cal. 12 (di varie marche) ed una cartuccia cal. 6,5x52 di fabbricazione USA risalente all’ultimo conflitto mondiale. Quanto rivenuto veniva sottoposto a sequestro in quanto la detenzione necessitava obbligatoriamente della comunicazione all’Autorità di P.S..

ALATRI, NEL TERRITORIO CONTROLLATE 186 PERSONE E 84 AUTOVETTURE

compagnia-cc-di-alatri-foto

Continuano le attività preventive programmate dal Comando Compagnia Carabinieri di Alatri nel territorio di competenza e disposte dal Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, a seguito della recrudescenza dei fenomeni delittuosi, in particolare nelle zone periferiche. Difatti, nella giornata di ieri e nella mattinata odierna, il personale del Comando Compagnia di Alatri è stato impegnato in uno straordinario servizio per il controllo del territorio, attuando una serie di mirate attività tese prevenire (ed eventualmente reprimere) la commissione dei reati contro il patrimonio.

L’attuazione del predetto dispositivo preventivo, che ha visto l’impiego di 20 militari suddivisi in 8 pattuglie, ha permesso di conseguire i sottonotati risultati:

  • In Veroli, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, deferiva in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone un 67enne del luogo, poiché resosi responsabile dei reati di “tentato furto aggravato e ricettazione”. Il predetto, questa mattina, previa effrazione del cancello d’ingresso, si era introdotto in un impianto di lavorazione del calcestruzzo, attualmente dismesso, sito in quella giurisdizione, non riuscendo nell’intento poiché’ sorpreso dal proprietario. Le immediate indagini condotte dai militari operanti, allertati dal proprietario, consentivano la sua identificazione e, nella successiva perquisizione domiciliare, venivano rinvenute all’interno di un capannone di sua proprietà ed attiguo alla di lui abitazione n. 13 matasse di rame per un peso complessivo di k.8 delle quali l’uomo non era in grado di fornire la provenienza. Quanto rinvenuto veniva posto sotto il vincolo del sequestro unitamente a vari attrezzi usati per commettere il reato all’interno dell’impianto di lavorazione del calcestruzzo dismesso..
  • Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
  • in Fiuggi, personale del locale Comando Stazione, intercettavano e controllavano numerose persone sia del posto che proveniente dai pesi limitrofi e, nel corso di tale attività, sorprendevano due giovani di Fiuggi i quali, sottoposti a perquisizione personale, venivano trovati in possesso complessivamente di grammi 0,5 di sostanza stupefacente del tipo “hashish” e grammi 0,2 di “marijuana”, il tutto sottoposto a sequestro. I due giovani , ad accertamenti ultimati, venivano segnalati alla Prefettura di Frosinone quali assuntori di sostanze stupefacenti. Inoltre, al termine della predetta attività preventiva, complessivamente, venivano controllate 84 autovetture ed identificate 136 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento