Nord Ciociaria

Pastena, un mese dopo: “La morte ladra di sogni e di progetti non ci porterà via il ricordo di Valerio”

 La morte ladra di sogni e di progetti non ci porterà via il ricordo di Valerio.  Ha esordito così il vescovo di Gaeta, monsignor Luigi Vari che è intervenuto alla celebrazione del trigesimo di Valerio di Domenico, il giovane venticinquenne...

La morte ladra di sogni e di progetti non ci porterà via il ricordo di Valerio. Ha esordito così il vescovo di Gaeta, monsignor Luigi Vari che è intervenuto alla celebrazione del trigesimo di Valerio di Domenico, il giovane venticinquenne vittima un mese fa di un tragico incidente con la moto.

La chiesa piena di gente, commossa e in silenzio, i suoi amici con le lacrime agli occhi e ancora increduli di fronte a questo drammatico e crudele scherzo del destino.

"non bisogna abbandonare la fede e non bisogna per questo considerare inutile la vita" la voce sommessa, a tratti frenata dall'emozione del vescovo di Gaeta che ha avuto il compito di incoraggiare la comunità di Pastena a riprendere il cammino, a non far morire il sorriso di Valerio e a tenere in alto i suoi valori, a raccogliere i suoi sogni e a portarli avanti tra le mille difficoltà quotidiane.

C'è al momento l'idea di legare il suo ricordo ad una iniziativa umanitaria e solidale, per valorizzare il suo sentimento di appartenenza alla comunità locale e allo stesso tempo di sentirsi parte vitale di un mondo più ampio, articolato e complesso.

Un modo per unire l'amore per la sua gente e la riflessione sul futuro talvolta incerto dei giovani, la ricerca del lavoro e la consapevolezza che ogni essere umano ha diritto a difendere la sua dignità e ad avere una opportunità per la sua vita.

"La morte ladra di sogni e di progetti non ci porterà via il ricordo di Valerio" e proprio sull'esortazione del vescovo occorre non perdere la speranza e trovare il coraggio di dare concretezza e spazio ai sogni dei giovani.

Per la nostra comunità è stato un momento di raccoglimento e di dolore consapevoli di non poter contare materialmente sulla forza e la determinazione di un giovane onesto e pulito, ma pur sempre convinti che il suo stile e suo esempio possa essere un aiuto per la crescita civile e morale del nostro paese.

Arturo Gnesi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pastena, un mese dopo: “La morte ladra di sogni e di progetti non ci porterà via il ricordo di Valerio”

FrosinoneToday è in caricamento