Venerdì, 15 Ottobre 2021
Nord Ciociaria Piglio

Piglio, il maltempo ha infranto la tradizione della Processione alla madonna del Monte

Il maltempo che si è abbattuto sulla Ciociaria e in particolare su Piglio ha annullato il tradizionale pellegrinaggio al Santuario della Madonna del Monte. Un documento ritrovato nell’Archivio parrocchiale risulta, infatti, che il clero e i...

Il maltempo che si è abbattuto sulla Ciociaria e in particolare su Piglio ha annullato il tradizionale pellegrinaggio al Santuario della Madonna del Monte.

Un documento ritrovato nell'Archivio parrocchiale risulta, infatti, che il clero e i devoti di Piglio e di Filettino si recassero il 5 Marzoin pellegrinaggio al Santuario della Madonna del Monte, per ringraziare la Madonna anche per lo scampato pericolo della fredda stagione invernale e per auspicare buoni frutti dalle stagioni successive che sono le più produttive per l'agricoltura.

Il Santuario della Madonna del Monte, sito ad Est del Paese a quota 1100, tornato al primitivo splendore, è anche meta degli escursionisti, amanti della montagna, in quanto facente parte integrante del sentiero Europeo E1 e della Via Francigena, percorsa da San Francesco per raggiungere da Piglio Subiaco.

Le prime notizie di questo complesso si hanno a partire dal XIV sec. . Il documento risale al 1328- 1329 e riguarda il pagamento della "decima annuale corrisposta agli esattori della curia romana da "Berardo Tyberii" per l'importo di soldi 5. La notizia è stata pubblicata nel 1946 tra le "Rationes Decimare"... del Battelli dalla Collana "Studi e Testi" della Biblioteca Apostolica Vaticana pag. 62. Il Santuario costituiva senza dubbio una tappa importante per i pellegrini diretti a Subiaco e al più celebre Santuario della Santissima Trinità di Vallepietra.

Fonti posteriori ci parlano infatti di un luogo di ristoro presente nei paragi, "dai fondi manoscritti dell'archivio Colonna". Si notifica, che questa Sacra Miracolosa Immagine del Monte "si palesò nell'antica sua Cona li cinque Marzo dell'anno 1756 con gran fama di miracoli, il di cui primo fu una nella persona di una Filettinese, Domenica Rosa Pontesilli ossessa, per esser liberata dai Spiriti maligni dalla Virgine che all'apparire di questa Sacra Immagine allora fra gli albori, vomitò fava, ed un pezzo di mattone".

PIGLIO, INIZIATA LA "QUESTUA" PER LA FESTA IN ONORE DELLA MADONNA DELLE ROSE.

Come da antica e continua tradizione anche quest'anno i festeggiamenti dal 22 al 25 Maggio 2015 verranno curati dalle mamme di Piglio che gireranno per tutto il territorio per la solita "questua".

Il Comitato dei festeggiamenti fa appello alla popolazione affinché ognuno possa dare il proprio prezioso e fattivo contributo per la riuscita della festa e per poter regalare una degna e decorosa celebrazione in onore della Madonna delle Rose in questi momenti difficili di congiuntura economica, anche se, la vera festa da tenere nella giusta considerazione sarà quella religiosa accompagnata da festeggiamenti sobri e commisurati al momento che stiamo vivendo.

Un appello, quindi, quello del Comitato alla popolazione affinché ognuno possa dare il proprio prezioso e fattivo contributo per la riuscita della festa in onore della Madonna delle Rose.

Due sono, infatti, le feste annuali dedicate alla Vergine: il lunedì di Pentecoste e il 30 Ottobre, giorno in cui la popolazione commemora la liberazione dalla peste, avvenuta il 30 Ottobre 1656.

Mentre la festa di Maggio viene organizzata da un Comitato cittadino, quella di Ottobre è di competenza dell'omonima Confraternita sempre con il contributo della popolazione.

Bene quindi hanno fatto le mamme, anche quest'anno, a formare un Comitato festeggiamenti, rinnovando così la devozione filiale verso la Madonna delle Rose.

Giorgio Alessandro Pacetti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piglio, il maltempo ha infranto la tradizione della Processione alla madonna del Monte

FrosinoneToday è in caricamento