menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Ciminiello

L'assessore Ciminiello

 Piglio, un successo la tappa di “Una Buona Regione” con l’assessore Concettina Ciminiello

Oggi è arrivata un’altra certificazione da parte della Corte dei Conti sui costi dell’attuale legislatura: c’è un risparmio del 79 per cento delle spese dei gruppi alla Pisana, che sono passati dai 18 milioni di euro nel 2012 con il Governo...

Oggi è arrivata un'altra certificazione da parte della Corte dei Conti sui costi dell'attuale legislatura: c'è un risparmio del 79 per cento delle spese dei gruppi alla Pisana, che sono passati dai 18 milioni di euro nel 2012 con il Governo Polverini ai 3,8 milioni del 2014 con Nicola Zingaretti presidente. Il Lazio sta cambiando, lo dimostrano i numeri e noi dobbiamo essere orgogliosi del lavoro che stiamo portando avanti. Stesso discorso, e la notizia è anch'essa odierna, vale per gli investimenti effettuati da questa amministrazione regionale: il Lazio era ultimo per capacità di utilizzo dei Fondi Europei mentre oggi siamo diventati la seconda regione in Italia. Un altro successo della nostra amministrazione e di Zingaretti che taglia gli sprechi e investe più risorse nei nostri territori".

Lo ha dichiarato il consigliere regionale Mauro Buschini durante l'appuntamento di Piglio per l'iniziativa "Una Buona Regione", con ospite l'Assessore regionale alle Pari Opportunità, alle Autonomie Locali e alla Sicurezza Concettina Ciminiello.

"Oggi - ha spiegato al numeroso pubblico in sala l'esponente del Governo Zingaretti - con l'approvazione in commissione Bilancio della norma finanziaria della proposta di legge regionale sulle Unioni di Comuni e la soppressione delle Comunità Montane ci avviamo a completare l'iter legislativo per arrivare presto all'approvazione in Aula da parte del Consiglio Regionale.

Una proposta di legge che punta a rafforzare la collaborazione e l'integrazione tra la Regione Lazio e gli Enti Locali quale elemento essenziale per semplificare i processi decisionali e per migliorare l'efficacia e l'efficienza dell'azione amministrativa. Una riforma che non si limita a spostare i poteri, ma punta a ridurre la burocrazia per migliorare la vita di chi vive quotidianamente i problemi di un territorio. Allo stesso tempo abbiamo introdotto norme che garantiscono i lavoratori delle attuali Comunità Montane.

Una proposta molto attenta alla vita e allo sviluppo socio-economico dei Piccoli Comuni, che sono il cuore del nostro territorio. Attività che abbiamo sostenuto anche con un bando, dalla dotazione di 1.550.000?.

Vogliamo dare un sistema organico ai comuni per gestire i servizi in forma associata, sollecitando una visione territoriale, questo perché la Regione deve assumere quel ruolo di legislatore che le è proprio, non si può guidare tutto e soltanto centralmente, ma bisogna puntare sulle autonomie locali dalle quali possono venire spunti e innovazioni che consentono al sistema di fare importanti passi in avanti. In questi anni invece ci sono state solo politiche centralistiche con le quali si sono attuati tagli lineari, senza tenere in conto le differenze e le necessità proprie dei territorio, e le differenze tra chi ha fatto bene e chi no.

Siamo solo l'inizio di un percorso lungo e complesso, costruire una nuova governance e creare nuove interconnessione tra i territori".

MAFIE: ZINGARETTI, 'QUADRO INQUIETANTE, CON MAGISTRATURA PER LEGALITA' SENZA SE E SENZA MA'

"Quello che sta emergendo è un quadro inquietante. E' un bene che la Magistratura sia impegnata a fare piena luce. Con sempre più forza bisogna proseguire, ognuno nei propri ambiti, sulla via della legalità senza se e senza ma".

Lo dichiara in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento