menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, Abbruzzese (fi): rimpallo di responsabilità il miglior assist che si possa fare ad aceaper l’acqua

"In questi giorni stiamo tutti assistendo al rimpallo di responsabilità circa il maxi risarcimento da 75 milioni da corrispondere ad Acea:, oltre i 10,7 milioni previsti dalla transazione del 2006 e altri per milioni vari per non aver determinato...

"In questi giorni stiamo tutti assistendo al rimpallo di responsabilità circa il maxi risarcimento da 75 milioni da corrispondere ad Acea:, oltre i 10,7 milioni previsti dalla transazione del 2006 e altri per milioni vari per non aver determinato la tariffa.

Le ricostruzioni storiche possono anche essere importanti per capire, ma non aiutano, purtroppo, in alcun modo a risolvere il problema della inefficienza del servizio idrico.

Continuare a rimpallarsi responsabilità sul passato è il miglior servizio, questo si, che si possa offrire ad Acea, perché sulle divisioni del territorio il gestore ha sempre spadroneggiato e agito di fatto come più gli conveniva". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia e presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

"Mettiamo un punto alle polemiche e inchiodiamo Acea alle proprie responsabilità, continuando costantemente dettagliatamente, da parte della STO, a contestare, secondo quanto previsto dalla convenzione, le tante inadempienze e vediamo come e in quanto tempo è possibile arrivare ad una risoluzione contrattuale.

Tanto abbiamo tutti capito che Acea non vuole il confronto con il territorio e con gli amministratori, per migliorare un servizio, senza ombra di dubbio inadeguato, ma predilige lo scontro attraverso i vari ricorsi giudiziari in atto. Pertanto sono sicuramente fuori luogo i tentativi di mediazione con il gestore come proposto dal presidente della provincia, Pompeo.

Partiamo dalle cose positive, ovverosia dall'assemblea dei Sindaci che si è espressa in maniera unanime nei confronti del gestore.

Sulle divisioni Acea ha imperato per anni e continuerà forse a farlo ancora, se tutti non dimostriamo maturità politica.

D'altronde che il Gestore, prediliga lo scontro, piuttosto che il confronto, è certificato dall'antitrust, che ha sanzionato Acea per i modi poco ortodossi con i quali cerca di far esborsare denaro ai cittadini ed alle imprese. L'organismo infatti afferma che "Si tratta di condotte connotate non solo da una mancanza di diligenza, ma anche di carattere aggressivo: idonee cioè a determinare nei consumatori un indebito condizionamento; ovvero a ottenere il pagamento di importi non corrispondenti ai consumi effettuati, oppure dovuti ma con modalità e tempistiche diverse, da parte delle imprese sanzionate che operano in regime di monopolio per la fornitura di un bene vitale ed essenziale come l`acqua e dispongono di un`importante leva commerciale come la minaccia di interrompere il servizio". Ha concluso Abbruzzese.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento