Valle Del SaccoToday

Anagni, cittadino romeno arrestato per furto aggravato

In Anagni,  personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Anagni, traevano in arresto un cittadino romeno in esecuzione di specifico ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Frosinone, per il commesso reato di...

???????????????????????????????-73

In Anagni, personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Anagni, traevano in arresto un cittadino romeno in esecuzione di specifico ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Frosinone, per il commesso reato di furto aggravato. Lo stesso, ad espletate formalità di rito, su disposizione dell’A.G competente, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone.

FERENTINO, DENUNCIATO PER TENTATA RAPINA E ARRESTATO UN ROMENO PER FURTO

Ferentino, personale del locale Comando Stazione Carabinieri , a conclusione di una serrata attività info-investigativa, intrapresa nella mattinata odierna a seguito di una tentata rapina, perpetrata all’interno di una agenzia assicurativa della cittadina ciociara, da parte di un malvivente armato di coltello, deferivano in stato di libertà alla competente A.G., un 30enne del luogo, quale responsabile del predetto reato di “tentata rapina aggravata” nonché per “evasione” dagli arresti domiciliari. L’attività posta in essere nell’immediatezza, permetteva ai militari operanti di acquisire elementi di colpevolezza nei suoi confronti. Inoltre, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, nel corso di un predisposto servizio per il controllo del territorio, finalizzato a contrastare la commissione dei reati predatori, traevano in arresto un cittadino rumeno residente in quel centro, poichè resosi responsabile del reato di “furto aggravato” di energia elettrica. Lo stesso, bypassando il contatore disattivato da tempo per morosità, allacciava abusivamente i cavi elettrici di alimentazione della società elettrica ENEL S.p.a. direttamente all’interno della sua abitazione, trascurando altresì le basilari misure di sicurezza per la propria ed altrui incolumità.

ARPINO, ARRESTATI 5 STRANIERI PER RISSA

Arpino, personale del NORM della Compagnia Carabinieri di Sora, congiuntamente a personale delle Stazioni di Arpino e Strangolagalli, traevano in arresto 5 stranieri (un giovane senegalese e quattro giovani della Guinea), tutti richiedenti asilo e domiciliati in Arpino presso una casa famiglia, poichè resisi responsabili del reato di “rissa”. I predetti, per futili motivi, verosimilmente generati nel corso di una partita a calcio balilla, all’interno della predetta struttura si picchiavano colpendosi ripetutamente con calci, pugni e bastoni. A seguito della colluttazione, due giovani sono stati costretti a ricorrere alle cure dei sanitari dell’Ospedale Civile di Sora per le lesioni riportate alla testa ed, a seguito dei controlli sanitari è emerso che, uno veniva dimesso con una prognosi di 7 giorni s.c. mentre l’altro veniva ricoverato per ulteriori accertamenti. Dopo le formalità di rito, nei confronti degli arrestati la competente A.G, disponeva gli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima. I bastoni utilizzati nel corso della rissa venivano posti sotto il vincolo del sequestro.

FROSINONE, IL LGT.PIZZOTTI COMPIE 40 ANNI DI SERVIZIO NELLA BENEMERITA

???????????????????????????????

Oggi il Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Frosinone, Luogotenente Angelo PIZZOTTI ha raggiunto l’importante traguardo del 40° anno di servizio nell’Arma dei Carabinieri.

Il Sottoufficiale si è arruolato nell’Arma il 30 marzo 1976 come Carabiniere e giovanissimo ha frequentato negli anni 1977-1979 la Scuola Sottufficiali Carabinieri di Firenze. Successivamente, dopo un breve periodo in Toscana è stato trasferito in Umbria dove rimaneva per circa 10 anni. In seguito, alla fine degli anni 80 ha comandato la Stazione di Santi Cosma e Damiano (LT) e poi quella di Lenola (LT) fino al trasferimento, nel 1990, al NORM della Compagnia di Frosinone.

Nei 25 anni trascorsi a Frosinone nel medesimo Reparto, si è occupato quasi essenzialmente di attività dirette a contrastare la criminalità, partecipando ad importanti operazioni volte al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, reati contro la pubblica amministrazione, usura, contro il patrimonio, sfruttamento della prostituzione, violenze sessuali, omicidi, nonché reati di natura ambientale, conseguendo importanti e brillanti successi investigativi, molto apprezzati dai superiori gerarchici, dall’Autorità Giudiziaria, dagli altri organi Istituzionali e dalla popolazione.

Il sottufficiale per il proficuo lavoro svolto ha ricevuto innumerevoli encomi e attestati di stima dai superiori gerarchici ed è stato insignito di diverse onorificenze, tra cui:

- prima di Cavaliere e poi di Ufficiale della Repubblica;

- della medaglia Mauriziana;

- della medaglia per il lungo Comando.

A Lui va il compiacimento dell’intera scala gerarchica, certa che in futuro, con lo stesso entusiasmo del 1976, il Lgt. Pizzotti e il Suo NORM conseguiranno altri brillanti ed incisivi risultati operativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Ferentino, scontro tra due auto in via Casilina, muore bimba di 7 anni

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento