Martedì, 26 Ottobre 2021
Anagni Anagni

Anagni, per i lavoratori VDC 3 milioni di euro dall’Europa. Interventi di De Angelis e Bianchi

La commissione europea propone 3 milioni di euro per la Videocon tramite il Feg, l’on. De Angelis: “provvedimento importante, frutto della battaglia portata avanti in aula”.

La commissione europea propone 3 milioni di euro per la Videocon tramite il Feg, l'on. De Angelis: "provvedimento importante, frutto della battaglia portata avanti in aula".

"Un provvedimento molto importante, frutto delle iniziative e della sollecitazione rivolta in aula alla Commissione, che fornisce nuovi strumenti per aiutare i lavoratori della Videocon". Queste le prime parole dell'europarlamentare Francesco De Angelis commentando la decisione della Commissione europea che ha proposto di fornire all'Italia 3 milioni di euro del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (Feg) per aiutare i lavoratori della Vdc Technologies SpA (ex videocon) e la sua controllata Cervino Technologies Srl. L'Italia, come ha spiegato Laszlo Andor, Commissario Ue responsabile dell'Occupazione, ha chiesto il sostegno del Feg in seguito al licenziamento di 1218 lavoratori della Vdc Technologies e di altri 54 della Cervino Technologies e per fronteggiare la concorrenza di paesi esterni alla Ue, tra i quali spicca la Cina, in questo settore. Prosegue De Angelis: "Avevo sollecitato il Governo italiano ad attivarsi presso l'Unione Europea al fine di avviare la mobilizzazione del Fondo Europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) in relazione alla drammatica situazione dei dipendenti della Videocon di Anagni, strumento che può fornire sostegno concreto e immediato della UE con effetti tangibili per i dipendenti Videocon, che potrebbero così beneficiare di una prima indennità di sostegno alla ricerca di una nuova occupazione. Il lavoro svolto ha portato un primo risultato molto importante. Adesso continuerò il mio impegno ora che la proposta dovrà essere sottoposta all'approvazione del Parlamento europeo e del Consiglio dei ministri dell'Ue".

DANIELA BIANCHI: CON LORO CONDIVISI I MOMENTI DECISIVI DELL'ACCORDO

Un giusto premio a tutti i lavoratori con i quali ho condiviso i momenti decisivi della preparazione dell'Accordo di Programma. Un'altra bella notizia per la provincia di Frosinone dopo l'apertura dei bandi legati all'Accordo di Programma, che riguarda questa volta direttamente gli ex-lavoratori della VDC.

3 milioni di euro messi a disposizione dall'Unione Europea che andranno a sostenere la ricollocazione di 1146 sono un traguardo meritato per chi ha sempre creduto in questa azione, l'unica realmente capace di risolvere in maniera positiva il fallimento della Videocon di Anagni.

Saranno studiati dei percorsi specifici di professionalizzazione solo dopo aver valutato quali saranno le aziende investitrici legate all'Accordo di Programma. In questo modo, i fondi saranno impegnati in modo mirato alle dirette esigenze di aziende e lavoratori. Quest'ultimi avranno una nuova chance di tornare attivi, sfruttando al meglio anche le competenze pregresse.

Si cambia rotta quindi e si decide di investire sulle persone e sulla loro voglia di partecipare attivamente allo sviluppo, abbandonando politiche di sostentamento che non hanno prodotto nulla. Le politiche attive, come ho sempre sottolineato, sono l'unica strada che in questo momento storico possiamo intraprendere. Con coraggio e determinazione stiamo tornando a sostenere non solo la crescita economica, ma soprattutto la crescita umana e professionale di donne e uomini che sembravano non avere futuro.

LAVORO: ZINGARETTI, OK DA EUROPA A NOSTRO PIANO PER LAVORATORI EX VIDEOCON

"La Commissione Europea ha approvato oggi il nostro modello di riqualificazione dei lavoratori che hanno perso il lavoro a causa della crisi della Videocon di Anagni. Dopo la presentazione del progetto da parte del Ministero del Lavoro su iniziativa della Regione Lazio, oggi la Commissione Europea ha infatti approvato lo stanziamento di 3 milioni di euro di cofinanziamento per il Fondo Europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG) dedicato al ricollocamento dei 1.146 lavoratori della ex VIDEOCON di Anagni e della sua controllata Cervino Technologies. Il Lazio si conferma così Regione europea anche nella lotta contro la disoccupazione. L'impostazione del FEG va nella direzione che noi come Giunta auspichiamo come metodo: favorire il reinserimento nel mondo del lavoro puntando sulle politiche attive e sulla ricollocazione dei lavoratori anziché limitare gli aiuti a chi perde il lavoro attraverso le politiche passive. E' lo stesso percorso che abbiamo già messo in atto per gli oltre 200 lavoratori dell'Agile di Roma".Lo comunica in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

"L'obiettivo del FEG - spiega inoltre l'assessore al Lavoro della Regione Lazio, Lucia Valente - è quello di fornire ai lavoratori, che si trovano in esubero a causa della globalizzazione, un percorso integrato di riqualificazione e reinserimento lavorativo mediante formazione, servizi alla persona, bonus per la mobilità territoriale, supporto all'imprenditorialità, bonus assunzione e indennità di partecipazione. E' un progetto che si inserisce nel contesto più ampio dell'Accordo di Programma per il Sistema Locale del Lavoro di Frosinone Anagni, finalizzato alla salvaguardia e al consolidamento delle imprese del territorio e al sostegno e al reimpiego dei lavoratori espulsi dalla filiera produttiva della ex VDC Technologies".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anagni, per i lavoratori VDC 3 milioni di euro dall’Europa. Interventi di De Angelis e Bianchi

FrosinoneToday è in caricamento