Valle Del SaccoToday

Colleferro, al Cannizzaro scuola aperta ma studenti ancora in attesa della derattizzazione

A distanza di giorni dalla manifestazione dei ragazzi ancora sono vive le polemiche e le discussioni sulla situazione della presenza di topi all’istituto ITIS CANNIZZARO di Colleferro e sulla necessità della disinfestazione.

Proteste cannizzaro1-2

A distanza di giorni dalla manifestazione dei ragazzi ancora sono vive le polemiche e le discussioni sulla situazione della presenza di topi all’istituto ITIS CANNIZZARO di Colleferro e sulla necessità della disinfestazione.

Il sindaco Pierluigi Sanna ha già inviato una diffida ad adempiere, come da noi riportato nei giorni scorsi, al sindaco della Città Metropolitana Virginia Raggi in cui chiede un tempestivo intervento di sanificazione all’interno dell’istituto a tutela del diritto all’igiene e alla salute degli studenti. I rappresentanti degli studenti presso il consiglio di istituto, dal canto loro, hanno scritto ai loro genitori una lettera spiegando ulteriormente e nello specifico la situazione. Nella lettera si legge “Dall'inizio del mese di novembre molti degli alunni della nostra scuola hanno avuto incontri ravvicinati poco gradevoli con roditori, in ambienti più disparati all'interno dell'edificio scolastico, come per esempio i vari laboratori, locali essi frequentati abitualmente da noi alunni. Abbiamo fatto un esposto alla nostra dirigenza, che ha prontamente contattato la provincia e gli organi di competenza, ma nulla è stato risolto. Successivamente, prima delle vacanze natalizie, sono avvenuti nuovi incontri con svariati topi, forse giunti per augurarci un sereno natale a tutti noi. È stato fatto un nuovo esposto alla presidenza del nostro istituto che, come in un déjà vu, ha prontamente ha contattato la provincia e gli organi di competenza, ma nulla è stato risolto. Il nostro dirigente scolastico ha preso personalmente l'impegno di sollecitare chi di dovere per far avvenire un intervento urgente…Al rientro delle vacanze, proprio il primo giorno i topi ci aspettavano,…”. La ASL ha effettuato un sopralluogo il 10 gennaio scorso ed ha stilato un verbale a breve a disposizione di tutti gli interessati. La lettera continua “Siamo severamente dispiaciuti dalle posizioni che la scuola sta prendendo nei confronti di noi studenti, invece di essere alleati e, militarmente parlando, lottare sullo stesso fronte, sta prendendo le distanze, sfruttando le vie ufficiali, ci sentiamo delineati come fannulloni, persone che non hanno voglia di fare, pronti solo a perdere ore di scuola Invitiamo quindi, d'ora in poi, l'istituzione scolastica a prendere, in modo definitivo e indubbio, le nostre difese…”. Anche i genitori si schierano dalla parte dei loro figli vista la scarsa igiene presente a scuola. D’altronde continuano gli incontri ai vertici tra il Sindaco, la ASL , la dirigenza scolastica e i rappresentanti di studenti e genitori per decidere la linea migliore da seguire a vantaggio di tutti e per evitare ulteriori disservizi. L’intervento definitivo di sanificazione, disposto dalla Città Metropolitana. dovrebbe comunque essere effettuato ormai la prossima settimana. Ma gli studenti continuano la loro protesta per non vedere calpestati i loro diritti. Ad oggi la scuola risulta ancora aperta ma sono entrati in classe solo circa 30 di loro, gli altri sono rimasti nelle loro case.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DF (si ringrazia LP per le belle foto per vedere la gallery completa potete cliccare qui)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento