rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Colleferro

Colleferro, il DG Cairoli fa visita all'ospedale, i cittadini protestano e chiedono la rianimazione

Nel giorno in cui il Direttore dell'ASL RMG Giuseppe Cairoli fa visita all'ospedale di Colleferro verso le 14 ed evitando di passare per il pronto soccorso esce in giro per la città un volantino a firma dei

Nel giorno in cui il Direttore dell'ASL RMG Giuseppe Cairoli fa visita all'ospedale di Colleferro verso le 14 ed evitando di passare per il pronto soccorso esce in giro per la città un volantino a firma dei

cittadini che non vogliono la chiusura dell'ospedale e che sono pronti ad andare a protestare anche fin sotto la Regione. Dal balcone del comitato di Moffa spunta anche uno striscione con la scritta: "L'ospedale non si tocca".

Di seguito il testo della lettera firmata dai cittadini di Colleferro: Ancora una volta si assiste al depotenziamento dell'Ospedale di Colleferro. L'Ospedale va verso la chiusura? L'Atto aziendale ha disegnato un panorama che spaventa: Ostetricia e ginecologia, pediatria e neonatologia vanno a Palestrina; il Laboratorio analisi e la Radiologia non prevedono il medico la notte, il Centro trasfusionale è chiuso ormai da tempo, per il sangue bisogna aspettare che venga inviato da altri centri, accorpamenti di urologia e chirurgia. Dopo tanti anni di dure battaglie per avere il Reparto di rianimazione che consentirebbe di elevare il livello di sicurezza degli interventi chirurgici e partorire con tutte le garanzie fornite da tale apertura, sorge forte il dubbio: ci sono i requisiti per aprirla la rianimazione, alla luce di quanto è stato tolto? C'è ancora la volontà di aprirla o è solo l'ennesima favola? COMBATTIAMO contro queste gravi scelte che penalizzano i cittadini, mettendo a rischio, quel bene indispensabile a tutti noi: LA SALUTE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro, il DG Cairoli fa visita all'ospedale, i cittadini protestano e chiedono la rianimazione

FrosinoneToday è in caricamento