Valle Del SaccoToday

Colleferro, ospedale; La SOIM pronta a fare battaglia sulla risoluzione contrattuale con la Asl

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Stupore, sconcerto e preoccupazione.

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Stupore, sconcerto e preoccupazione.

Queste sono le prime impressioni rispetto alle notizie di stampa di ieri relative alla problematica tra la ASL

RM5 e la SO.I.M. ed alle posizioni enunciate in merito dal Sindaco di Colleferro, senza peraltro avere

questo ultimo alcuna cognizione degli avvenimenti, come si evince dagli impropri ed errati richiami operati.

La prospettazione operata secondo cui la società sarebbe inadempiente, non vorrebbe la collaudazione,

rifiutandosi addirittura di consegnare i lavori, è priva di qualsiasi riscontro.

Si ricorda come i lavoratori della SO.I.M. siano stati in mobilitazione quasi in continuo visto i mancati

pagamenti dell’ASL RM5 per i lavori svolti.

Al momento non sono stati ancora incassati quasi un milione di euro di corrispettivi scaduti da oltre un

anno.

Sembrerebbe che la ASL RM5 voglia far dimenticare tale situazione, tentando di capovolgere la situazione

ed addebitando alla SO.I.M. la mancata volontà di far fruire alla cittadinanza l’ospedale.

Questo non è veritiero, avendo la SO.I.M. dopo il suo subentro nell’appalto, accelerato le opere,

completando le stesse, come da certificati di ultimazione rilasciati dall’Azienda, sin dal 30 Novembre 2015.

E’ stata poi la SO.I.M. a domandare all’ASL RM5, peraltro inutilmente, di emettere il certificato di

collaudo, atto che avrebbe dovuto essere assolto entro 6 mesi dall’ultimazione, e quindi entro a metà 2016,

essendo tale adempimento presupposto per l’utilizzo dell’opera.

L’ASL RM5 ha invece preteso proseguire nell’acquisizione delle opere in carenza di collaudo, come già

avvenuto in precedenza, in ultimo a fine Novembre 2015 per l’SPDC al terzo piano.

L’attuale consegna che l’ASL RM5 ha domandato, di carattere definitivo in quanto riguardante tutti i locali

residui, era per la SO.I.M. da intendersi subordinata alla collaudazione, ovvero al rispetto delle rigorose

procedure previste dalla legge per la presa in consegna ante collaudo.

Per il solo motivo di aver domandato all’ASL RM5 tale rispetto, comunque non attuato, è stata disposta

risoluzione del contratto, che comunque la SO.I.M. contesta in toto in quanto illegittima ed inefficace.

Questo anche perché tale provvedimento è basato su una norma, art. 136 comma 4 del decreto 163/2006,

che sanziona le imprese che ritardano colpevolmente l’esecuzione dei lavori.

La SO.I.M. ha però da tempo ultimato le opere e quindi quale ritardo può ascriversi alla stessa ?

In ultimo è stata nuovamente dichiarata l’ampia disponibilità a consegnare le opere, previo espletamento

delle procedure di legge ovvero previo collaudo, non facendo così degenerare i rapporti, ma l’ASL RM5 ha

risposto con un’azione coatta, quanto inutile.

E’ da chiedersi perché l’Azienda non collaudi l’opera dimenticandosi tale adempimento, comunque

indispensabile per legge anche ai fini della sicurezza degli utenti, ma voglia solo prendere in consegna i

locali, ed ascrivere alla SO.I.M. tutte le possibili inadempienze.

Questo anche quando le stesse sono di tutta evidenza, fantasiose ed inesistenti, essendo però tese a ritardare

sine die il momento del pagamento di quanto ancora dovuto, si ribadisce quasi un milione di euro,

eliminando la controversia con il probabile fallimento della SO.I.M.

Rappresentante Legale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento